Nov 16 2017

Anomalie nei sistemi di sicurezza, tentata evasione al carcere di Marassi

Genova. Due giorni fa il Sappe, sindacato di polizia penitenziaria, di Marassi aveva inoltrato al Provveditorato ed al Ministero una lettera dove si segnalavano alcune anomalie del sistema sicurezza di Marassi: oggi un detenuto ha tentato l’evasione.

“Incomprensibile – dicono dal sindacato – l’attuale politica gestionale dei detenuti a Marassi e della sicurezza, non capiamo più che ruolo abbia la Polizia Penitenziaria di Marassi, è un carcere gestito con il servizio dinamico cioè i detenuti non sono chiusi nella loro celle bensì sono liberi di girare per i reparti. Questo produce una serie di negatività e debolezze nel settore della sicurezza e, tra queste, la facilità con cui i detenuti possono oltrepassare i cancelli che sono aperti, e recarsi nei vari settori dell’istituto”. Continue reading


Nov 6 2017

Torino, detenuto in permesso premio non rientra in carcere

Il ragazzo di 23 anni stava scontando una pena per vari reati commessi quando era ancora minorenne. Sabato sera non è tornato nel carcere minorile “Ferrante Aporti”: trascorse 24 ore, è scattato nei suoi confronti il reato di evasione

Un detenuto di 23 anni non è rientrato nel carcere minorile “Ferrante Aporti” di Torino dopo un permesso premio. Il ragazzo, di origine rumena, stava scontando una pena per vari reati commessi quando era ancora minorenne. Il rientro era previsto per sabato sera: trascorse 24 ore, è scattato nei suoi confronti il reato di evasione. Continue reading


Ott 30 2017

Internato evade dal carcere di Castelfranco

Mentre si sono perdute e tracce dei due detenuti evasi il giorno della visita del Papa, un terzo carcerato è fuggito dalla casa corcondariale di Castelfranco Emilia. Si tratta, spiega il Resto del Carlino, di un internato, un balcanico, che ha approfittato di un permesso per sfuggire al controllo di chi lo accompagnava e darsela a gambe.

Neanche un mese fa la stessa cosa fecero due italiani condannati per spaccio di droga. i due spacciatori erano stati invitati al pranzo con Sua Santità, e in un attimo di distrazione se ne sono andati per scomparire per sempre.  Continue reading


Ott 28 2017

Tre evasi nella notte dal carcere di Favignana

FAVIGNANA (TRAPANI) – Un’evasione con sbarre segate e lenzuola usate come funi, nella migliore tradizione di film e fumetti. Intorno alle 3 di stanotte tre uomini sono evasi dal carcere “Giuseppe Barraco” dell’isola di Favignana.  I tre hanno segato, con un piccolo seghetto, le sbarre della loro cella al secondo piano. Poi, secondo le prime ipotesi, sarebbero saliti sul tetto del reparto e con delle lenzuola a mò di fune, si sarebbero lanciati sul muro di cinta.

Poi, sempre con le stesse lenzuola, si sono calati, da un’altezza di cinque metri, dal muro che si affaccia su via Libertà.  Continue reading


Ott 25 2017

Evade dal carcere di Torino durante la licenza premio

Dalla tarda mattinata di oggi, martedì, Giuseppe Taormina, 52enne milanese condannato all’ergastolo per omicidio, con fine pena mai, in regime di semilibertà e ristretto al reparto semiliberi della Casa Circondariale di Torino, si è reso irreperibile ed è quindi a tutti gli effetti evaso. L’uomo stava fruendo di una licenza premio che gli consentiva di pernottare all’associazione Evangelica di Volontariato.

 A dare la notizia è l’Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del segretario generale Leo Beneduci.

«A fronte dell’ennesima evasione, anche se attuata in forma indiretta e non immediatamente dal carcere, confermiamo le critiche verso l’attuale politica delle carceri, dove il particolare privilegio di cui godono in questo momento i detenuti e non chi opera a tutela dello Continue reading


Ott 22 2017

Biella: sventata l’evasione di un detenuto dal carcere

Ha tentato di evadere dalla Casa Circondariale di via dei Tigli a Biella, ma la Polizia Penitenziaria ha evitato sul nascere l’episodio. A darne la notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Donato Capece, segretario generale del SAPPE, racconta: “Oggi (ieri, 20 ottobre, ndr) al nuovo padiglione detentivo del carcere, un detenuto ha scavalcato i passeggi e stava fuggendo. Se non ce ne fossimo accorti in tempo di sarebbe trattato di una clamorosa evasione”.

Da tempo, alcuni cancelli risultano aperti perché fuori uso. Al momento dell’accaduto, erano soltanto due i poliziotti presenti a vigilare, uno per tutto il nuovo padiglione ed uno per l’apertura dei cancelli. “I poliziotti penitenziari in servizio – continua Capece – si sono contraddistinti ed è grazie all’attenzione e alla professionalità dei Baschi Azzurri se la fuga è stata sventata in tempo”. Continue reading


Ott 12 2017

Bologna, evadono dopo il pranzo con Papa Francesco.

Bologna, 11 ottobre 2017 – La grande emozione per il pranzo assieme a Papa Francesco in San Petronio dev’essere passata in fretta. Già, perché due dei venti detenuti ammessi ai tavoli allestiti nella basilica durante la visita del Santo Padre del 1° ottobre alla fine del pasto hanno pensato che fosse meglio tagliare la corda piuttosto che rivolgere una preghierina di ringraziamento al superiore gerarchico del Pontefice. E così, approfittando di un momento di distrazione dei loro accompagnatori, sono usciti e si sono dileguati dopo l’Angelus in piazza Maggiore e il pranzo. Attualmente sono quindi ricercati dalla polizia, che ieri si è presentata in Curia, in via Altabella, per chiedere informazioni agli organizzatori. Continue reading


Ott 12 2017

Montorio – Esce per lavorare ma poi non torna più in carcere

Businessman Wearing Cape — Image by © Royalty-Free/Corbis

Giovedì era uscito come ogni mattina dal carcere per andare a lavorare come operaio comunale (per lavori di rifacimento sulle strade). Ma invece di rientrare in carcere è scappato e non è più rientrato.

Così un uomo albanese di 39 anni (Celo Bledar) è evaso dal carcere di Montorio. Gli agenti lo stanno ricercando da quasi una settimana ma l’uomo ha fatto perdere le proprie tracce.

Il 39enne albanese era stato condannato per spaccio di droga: nella sua casa, e nella sua auto, erano stati trovati 16 chili di cocaina. Continue reading


Ott 8 2017

Detenuta evade dal carcere di Rebibbia: è scappata nascondendosi tra i parenti in visita

Una detenuta è evasa dal carcere romano di Rebibbia, nel primo pomeriggio di oggi, venerdì 6 ottobre. La donna è scappata dal settore femminile della casa circondariale di via Tiburtina, nascondendosi tra i parenti dei carcerati e sottraendosi ai controlli. Dalle prime ricostruzioni, sembra si tratti di una cittadina bulgara di 32 anni arrestata su mandato europeo ed estradata dalla Germania per scontare una condanna di quattro anni per rapina e furto. Polizia e carabinieri sono alla ricerca della donna. Continue reading


Ott 1 2017

Padova – evade grazie al permesso premio

Detenuto modello, laureato in filosofia. Il serbo, durante una delle pause che gli permettevano di lasciare la struttura, è salito su un’auto che lo aspettava all’esterno e si è allontanato. Rasnik, che nel corso della sua lunga attività malavitosa aveva utilizzato numerosi alias, stava scontando una condanna di 26 anni, 10 mesi e 20 giorni per condanne riguardanti l’omicidio di un connazionale, avvenuto nel 1996 a Torino, e altri reati contro il patrimonio. La pesante condanna alle spalle per omicidio, non gli aveva impedito da conquistare il 16 giugno scorso una laurea in Filosofia all’università di Padova con il massimo dei voti discutendo una tesi sulla filosofa e scrittrice francese Simone Weil, dopo aver conseguito la maturità all’Itc Einaudi. Boris Rasnik era stato definito “un esempio altamente positivo in tutta Italia di come possa e debba essere organizzato il reinserimento del detenuto nella società civile attraverso l’offerta di studi”, come evidenzia Il Mattino di Padova. “Rilevato che non vengono segnalate irregolarità comportamentali in ambito intramurario…” si legge nel decreto del tribunale di Sorveglianza, “preso atto della corretta fruizione dei precedenti permessi Continue reading


Set 26 2017

Salerno, rapinatore 18enne evade dal carcere

Un detenuto rumeno di 18 anni è evaso oggi dal carcere di Salerno. A darne notizia il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe che parla di “evasione annunciata”.

“L’uomo, ristretto per rapina, è evaso dal cortile dei passeggi della Casa Circondariale di Salerno”, spiega Emilio Fattorello, segretario nazionale Sappe per la Campania. “E’ una evasione annunciata, frutto della superficialità con cui sono state trattate e gestite le molte denunce fatte dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria sulle condizioni di sicurezza e l’inadeguatezza dei vertici che gestiscono l’istituto. Proprio oggi il Sappe aveva depositato il ricorso per condotta antisindacale contro la cattiva gestione del Direttore e il Comandante di reparto. La cattiva gestione Continue reading


Feb 11 2017

Civitavecchia. Detenuto tenta evasione

Ha tentato di evadere  dall’Ospedale San Paolo di Civitavecchia dove era ricoverato dopo avere avuto un infarto ma è stato acciuffato dai poliziotti penitenziari dopo un inseguimento. E’ accaduto questa mattina, protagonista un detenuto di nazionalità italiana, ristretto per il reato di rapina aggravata. A dare la notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Racconta Maurizio SOMMA, segretario nazionale per il Lazio: “L’uomo era stato portato in Ospedale dopo un infarto ed era ricoverato in attesa di essere portato in altro Nosocomio attrezzato. Civitavecchia non ha infatti il Reparto detentivo in Ospedale. L’uomo improvvisamente, si è gettato dal secondo piano del Reparto per tentata la fuga. Ha dunque tentato una rocambolesca fuga ma è stato fermato dagli Agenti di Polizia Penitenziaria subito allertati e posti al suo inseguimento. Bravo il personale che è riuscito a sventare un tentativo di fuga, dimostrando capacità e competenze lavorative. Il detenuto è ora ristretto nuovamente in carcere”. Continue reading


Feb 11 2017

Evasione dal carcere di Hindelbank

BERNA – Evasione martedì scorso dal carcere femminile di Hindelbank, nel canton Berna. Una cittadina croata detenuta per furto e altri reati patrimoniali si è data alla macchia dopo aver scalato la recinzione di sicurezza.

Al momento della fuga la donna, di un’età compresa tra 30 e 40 anni, ha fatto scattare un allarme. Malgrado le ricerche intraprese “appena un minuto dopo l’evasione”, la donna non è ancora stata ritrovata, ha affermato all’ats la direttrice del carcere Annette Keller confermando quanto rivelato oggi dall’emittente TeleBärn.

La popolazione non è stata informata dell’evasione perché la donna non è pericolosa, ha precisato Keller. In questi casi, ha aggiunto, le autorità informano solo su richiesta, non spontaneamente.

Fonte


Ott 9 2016

Torino – tre ragazzi evadono dal carcere minorile Ferrante Aporti

aTre detenuti minorenni sono evasi questa sera dal Ferrante Aporti di Torino. E’ accaduto intorno alle 17.45. I tre ragazzi, un tunisino, un polacco e un nomade, sono scappati scavalcando il muro del campo sportivo in cui si trovavano per l’ora d’aria. Si sono arrampicati velocissimi, a mani nude, senza usare corde o le classiche lenzuola. Continue reading


Ott 3 2016

S.M. Capua Vetere – Evasione dalla casa circondariale

aIl 2 Ottobre dalla Casa Circondariale “F.Uccella” di Santa Maria Capua Vetere un prigioniero è evaso.
Approfittando del lavoro interno al carcere come muratore, ottenuto grazie ad una buona condotta e un fine pena imminente, il prigioniero non ha però aspettato il permesso dello stato e ripresosi la libertà ha fatto perdere le sue tracce. Buona fuga!

Fonte


Set 30 2016

Brasile – rivolta di massa in carcere: 200 detenuti in fuga.

aPiù di 200 persone sono fuggite dal penitenziario di Jardinopolis, a 300 chilometri da San Paolo, in Brasile. I detenuti hanno prima dato fuoco ai materassi nelle celle e poi si sono dati alla fuga, che però non è durata molto. La polizia è infatti riuscita a raggiungere gran parte dei fuggitivi in un campo di canna da zucchero nelle vicinanze del carcere. Altri detenuti si sono invece arresi. Le forze dell’ordine brasiliane hanno comunicato di aver ripreso il controllo della situazione.

Fonte


Apr 1 2016

Monza – Detenuto tenta di evadere mentre è in ospedale e aggredisce i poliziotti

cordatesaVoleva a tutti i costi fare un’altra visita ambulatoriale perchè la prima, a suo dire, non era stata sufficiente. E non voleva sentire ragioni. Per questo motivo mercoledì a Monza detenuto di 50 anni, italiano, recluso nella casa circondariale di via Sanquirico mentre era in ospedale per una visita scortato dalla Polizia Penitenziaria, dopo il rifiuto del medico, ha aggredito gli agenti che lo avevano accompagnato. Dopo l’aggressione poi l’uomo ha tentato la fuga, rendendosi così responsabile anche di una tentata evasione che solo grazie al pronto intervento degli agenti non è andata a Continue reading


Mar 23 2016

Canada – Fuga dal carcere… in elicottero!


Tanta fatica (e tanto spettacolo) per niente. Messa in scena una spettacolare fuga, due deteunuti del carcere canadese di St. Jerôme, in Québec, sono riusciti a evadere grazie all’aiuto di due complici, che li attendevano in elicottero sul tetto del penitenziario. Poche ore più tardi, i due sono però stati intercettati dalla polizia e nuovamente arrestati. Continue reading


Mar 23 2016

Terni, 34enne evade dal carcere: ricerche in corso

cordatesaDetenuto marocchino non rientra in carcere dopo permesso. Avrebbe dovuto fare rientro domenica nella casa di reclusione di Terni dopo tre giorni di libertà concessi dal magistrato di sorveglianza di Spoleto, ma del trentaquattrenne si è persa ogni traccia e le ricerche subito scattate per il momento hanno dato esito negativo.

Marocchino 34enne non rientra in carcere A dare notizia dell’evasione è il Sappe (sindacato autonomo di polizia penitenziaria), ma la notizia viene confermata dal carcere di Sabbione Continue reading


Feb 23 2016

Napoli – detenuto evade dal ospedale, doveva scontare una pena fino al 2030

cordatesaUn detenuto che era stato portato all’ospedale Cardarelli di Napoli per gravi motivi di salute è riuscito ad eludere la sorveglianza e ad fuggire dalla struttura sanitaria; Continue reading


Feb 15 2016

Roma – Due detenuti evadono dal carcere di Rebibbia

cordatesa Si chiamano Catalin Ciobanu e Mihai Florin Diaconescu i due detenuti romeni evasi oggi dal carcere romano di Rebibbia. I due hanno segato le sbarre e si sono calati giù con delle lenzuola legate tra loro, riuscendo poi a fuggire a piedi. La più classica – e clamorosa – delle evasioni per due compagni di cella, uno dei quali condannato per omicidio e sequestro di persona, l’altro per rapina, ora ricercati dalle forze dell’ordine. Continue reading


Feb 12 2016

Messico, rivolta in carcere: “Almeno 60 morti”.

Relatives of inmates gather outside the Topo Chico prison in the northern city of Monterrey in Mexico where according to local media at least 30 people died in a prison riot on February 11, 2016. Riot police and ambulances were deployed at the Topo Chico prison as smoke billowed from the facility. Broadcaster Televisa reported that 30 died while Milenio television spoke of 50 victims, with inmates and prison guards among them.   AFP PHOTO / JULIO CESAR AGUILAR / AFP / Julio Cesar Aguilar        (Photo credit should read JULIO CESAR AGUILAR/AFP/Getty Images) Alla vigilia della visita di Papa Francesco, una rivolta in carcere sconvolge il Messico. Un gruppo di detenuti ha appiccato un incendio per distrarre le guardie e favorire un tentativo di fuga e nella prigione di Topo Chico, a Monterrey, nello stato di Nuevo León, è stata carneficina. Il quotidiano Reforma on-line parla di “50 morti e 70 feriti”, Continue reading


Feb 10 2015

BRASILE: FESTINO IN PRIGIONE CON LE GUARDIE, EVASI 26 DETENUTI

carcere-1-144x200Una notizia che ha dello sconvolgente quella che giunge dal Brasile, dove 26 detenuti sono evasi dal carcere di Nova Mutum, a 269 km di Cuiabà. Ad organizzare tutto sono state le mogli di tre carcerati, che hanno organizzato un festino all’interno della struttura drogando le guardi, in modo da  favorire la fuga dei detenuti.

A scappare indisturbati sono stati 26 reclusi, che la polizia militare sta ora cercando di ricatturare. Il direttore della casa di pena è intanto stato arrestato in flagranza di reato. Con abiti succinti, le giovani hanno quindi servito drink contenenti droghe agli agenti, che nel giro di poche ore sono sprofondati nel sonno. A quel punto le ragazze hanno preso le chiavi delle celle e liberato una trentina di galeotti.


Dic 10 2014

Sesso e soldi per l’evasione

carcere (1)Varese – Soldi. Rapporti sessuali con prostitute. E anche l’organizzazione di un pestaggio, di una missione punitiva contro il comandante e il vicecomandante della polizia penitenziaria ai Miogni, troppo rispettosi delle regole.
Sarebbe questo il “prezzo della corruzione”, quello che avrebbero ottenuto o avrebbero voluto ottenere cinque agenti della penitenziaria che all’inizio dello scorso anno avrebbero favorito in vario modo l’evasione di tre detenuti romeni dalla casa circondariale di Varese. Gli evasi furono catturati tutti nel giro di pochi giorni, mentre le manette ai polsi dei cinque poliziotti sono scattate nelle prime ore della giornata di martedì 9 dicembre nell’ambito di un’indagine coordinata dal sostituto procuratore Annalisa Palomba e condotta dalla stessa polizia penitenziaria e dai carabinieri della Compagnia di Luino. Continue reading


Ago 11 2014

Haiti, evasione da carcere di sicurezza Un centinaio in fuga

PORT-AU-PRINCE, 11 AGO – Un centinaio di detenuti sono evasi da una prigione di massima sicurezza di Haiti, a una decina di chilometri di Port-au-Prince, a seguito di una rivolta scoppiata all’interno del penitenziario. Lo ha annunciato un portavoce della polizia haitiana. Un parlamentare che si trovava sul posto ha precisato che si è trattato di una evasione spettacolare. Tra gli evasi, anche un influente uomo d’affari, Clifford Brandt, accusato di rapimento. Su di lui pende una taglia da 40 mila dollari.

Fonte


Giu 10 2014

Canada: tre detenuti evasi di notte in elicottero

cordatesaCanada, evasione in elicottero: caccia a tre detenuti pericolosi .Sarebbero comparsi davanti ai giudici tra pochi giorni. L’elicottero è atterrato accanto alla prigione e li ha portati via in pochi minuti sotto gli occhi delle guardie. E’ la seconda volta che accade in un anno. Nel 2013, due detenuti erano evasi issandosi a bordo dell’elicottero su una scala di corda. Il pilota era stato costretto a volare sotto la minaccia delle armi.

Fonte


Mag 30 2014

Verona : agli arresti domiciliari taglia braccialetto elettronico e scappa

cordatesTornata a casa dal carcere dopo che era stata arrestata per scippo ai danni di una 70enne non ce l’aveva fatta a resistere e, dopo aver tentato l’evasione dai domiciliari, ha pensato bene anche di tagliare il braccialetto elettronico che consente alle Forze dell’ordine di rintracciarla. Continue reading


Mag 14 2014

Fuggito dal carcere di Livorno : Ricercato De Cristoforo

cordatesaFilippo De Cristofaro, l’uomo che sta scontando l’ergastolo per l’omicidio di Annarita Curina, la skipper pesarese, è evaso dal carcere livornese di Porto Azzurro. La donna era stata ammazzata nel 1988 e De Cristofaro aveva agito con la complicità dell’amante olandese Diana Beyer, 17enne, al fine di rubare il catamarano della vittima.Il detenuto, che si trovava in permesso premio dal quale doveva rientrare il 21 aprile alle 10, era già scappato da un altro carcere, quello di Opera, nel Milanese, nel 2007. Continue reading


Mag 14 2014

Gli danno un permesso-premio per uscire dal carcere,fugge.

cordatesaStava acquistando un biglietto del treno quando è stato fermato e la sua latitanza si è interrotta per sempre. Lui un tunisino di 30anni, evaso da Pescara dopo un permesso premio per uscire dal carcere, ha sulle spalle molti precedenti per droga e un cumulo di condanne che lo hanno inchiodato in carcere. Lo spacciatore fuggitivo è stato notato subito dagli uomini della Squadra Mobile che lo hanno portato in caserma prima che potesse fuggire in Liguria. Continue reading


Mag 8 2014

Evasione dal carcere di Pagliarelli : Ergastolano evade calandosi con un lenzuolo

172737812-f82e9224-c176-4f22-a6f4-b9cf9a97bdbcE’ stata una notte di ricerche senza successo tra Palermo e Altofonte per gli uomini della polizia a caccia di Valentin Frakkaj, l’ergastolano albanese evaso ieri pomeriggio dal carcere Pagliarelli di Palermo calandosi fuori dal muro di cinta con una fune fatta di lenzuola annodate tra di loro. L’uomo, che ha 36 anni e scontava una condanna a vita per omicidio, rapina ed estorsione, era stato trasferito nel penitenziario palermitano a marzo. Già nel febbraio del 2013 era evaso dal carcere di Parma ed era stato ripreso poco dopo. Continue reading