Giu 28 2018

Questione carceraria e lotta di classe

Diffondiamo da photostream.noblogs.org

Il seguente articolo è stato pubblicato sul numero 21 anno 98 di Umanità Nova

In occasione del congresso costitutivo della CIT/IWC a Parma abbiamo avuto modo di intervistare due compagni, uno statunitense e uno tedesco, in merito alle lotte dei carcerati. L’IWOC, Imprisoned Workers Oraganizing Committee, è la branca dell’IWW che si occupa dei lavoratori incarcerati; il GG/BO, Gefangenen-Gewerkshaft/Bundesweite Organisation, è un’unione sindacale di detenuti nata in Germania nel 2014.

In entrambi questi paesi è diffuso il lavoro carcerario; nel caso statunitense, poi, siamo di fronte a un sistema carcerario fondato fin dai suoi albori, come vedremo, sul lavoro coatto. Riconoscendo che lavoratori-carcerati sono lavoratori a tutti gli effetti questi sindacati hanno coerentemente sviluppato strumenti di analisi e di lotta per intervenire in queste situazioni.

Nel corso degli ultimi decenni con i fenomeni legati alla così detta “guerra alla droga” e alle varie “emergenze” securitarie si è assistito a un ritorno in auge delle politiche di reclusione di massa come dispositivo di controllo sociale, basti pensare alla pluridecennale esplosione della popolazione carceraria negli Stati Uniti. Continue reading


Ott 8 2017

Velletri – Protesta dei detenuti, molti i danni provocati all’interno del carcere

Un episodio molto particolare è stato registrato nelle scorse ore all’interno del carcere di Velletri. Stando a quanto riferito dai sindacalisti dell’Ugl Polizia penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli, alcuni detenuti italiani, all’interno della loro sezione, hanno dato vita a una forte protesta che ha portato i reclusi a rompere tavoli, sgabelli, vetri di alcune finestre e telecamere di sorveglianza, oltre che all’utilizzo dell’idrante per allagare la sezione detentiva. «Abbiamo avuto dei momenti molto difficili – ha commentato Borrelli – Gestire una protesta dei detenuti non è assolutamente facile: in quel momento erano fuori controllo e disposti a qualunque altro gesto lesivo Continue reading


Set 14 2017

Mantova – Cibo scarso e pochi canali. Notti di rivolta in carcere

MANTOVA. Materassi incendiati, tavoli e sedie fracassati, porte blindate danneggiate, celle allagate: nel carcere di via Poma è scoppiata la rivolta. La polizia penitenziaria è riuscita a contenere i rivoltosi, ma l’allerta resta alta. Non è facile per cinque agenti tenere a bada un centinaio di detenuti arrabbiati.

Per due notti di seguito, sabato e domenica, si sono susseguiti ininterrotti urla e danneggiamenti. Per domare gli incendi all’interno delle celle si è dovuto far uso degli estintori. I danni sono molto consistenti.

In queste ore l’emergenza sembra essere rientrata ma potrebbe essere solo una tregua, dal momento che le cause della rivolta non sono ancora state rimosse. Cibo Continue reading


Set 7 2017

Sassari: la rivolta in carcere dei detenuti jihadisti

“Il carcere di Sassari è un inferno Jihadista”. Non è trascorsa neppure una settimana dalle rivolte dei detenuti nel carcere di Pisa e Firenze che la situazione negli istituti penitenziari italiani, torna ad essere “bollente”.

Questa volta è il carcere Bancali di Sassari, al centro di una “rivolta” di 18 detenuti accusati di terrorismo internazionale di matrice islamica, innescata venerdì scorso, 1 settembre, da uno di questi che si è rifiutato di rientrare in cella. Continue reading


Ago 31 2017

Pisa, detenuto suicida a 21 anni: nel carcere la rivolta, appiccate anche delle fiamme

Pisa. Si è ucciso a ventuno anni, dentro una cella in cui era stato messo da solo, dopo un litigio con un altro detenuto magrebino come lui, avvenuto poche ore prima. K. si è messo al collo il lenzuolo trasformandolo in un cappio e legandolo assieme a un ascigamano. La notizia del suicidio del ragazzo nella notte tra martedì e mercoledì ha provocato una rivolta nel carcere Don Bosco di Pisa. Una quarantina di detenuti hanno cominciato a lanciare oggetti dalle celle: fornellini a gas,  pezzi di arredo, alcuni hanno dato fuoco alle lenzuola e ai cuscini, allagando gli ambienti. La polizia penitenziaria ha faticato non poco a contenere la protesta durata ore e cominciata all’1,45 della notte.

La rivolta. I detenuti si sono Continue reading


Apr 9 2017

Violenza nel carcere di Fuorni due bombe esplose dai detenuti

SALERNO – Ancora violenza e tensione nella casa circondariale di Fuorni. Questa volta i detenuti ci sono andati pesanti incendiando, e facendo così esplodere, alcune bombolette di gas che hanno in dotazione. È accaduto l’altra sera nella corsia di una sezione detentiva del reparto Media Sicurezza. Poco dopo le 21.30 quando erano tutti nelle loro celle e un agente della penitenziaria stava eseguendo il suo normale giro di controllo, alcuni (non ancora identificati) hanno acceso e lanciato le bombolette attraverso le sbarre causando, anche visto che l’esplosione Continue reading


Mar 21 2017

Carcere di Bollate, poliziotti aggrediti da detenuti con mazze di legno

Incredibile e violenta rivolta, a Bollate, di un gruppo di detenuti contro gli agenti di polizia penitenziaria che stavano per dare corso ad una perquisizione ordinaria nelle celle.

Sabato 18 marzo, i poliziotti si sono visti affrontati dai detenuti che li minacciavano con mazze di legno e sgabelli, completamente fuori controllo. La situazione è poi tornata nella normalità, ma il Sappe (sindacato autonomo di polizia penitenziaria), nel riferire l’episodio, ricorda che pochi giorni prima un gruppo di detenuti aveva scatenato una rissa all’interno del carcere, a colpi di mazze di ferro. Bilancio, due in ospedale e tre in Continue reading


Set 18 2016

Rissa al carcere di Santa Maria, ferite due guardie

aUna cella del carcere di Santa Maria Capua Vetere distrutta, due agenti della polizia penitenziaria picchiati e spediti in medicheria. È il bilancio dell’ultima aggressione tra le sbarre commessa da un detenuto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove il numero degli agenti è sempre più esiguo e quello dei detenuti considerati pericolosi, invece, è altissimo. Continue reading


Set 13 2016

Francia, rivolta in carcere a Vivonne: detenuti incendiano edificio

aUna rivolta è scoppiata nel carcere di Vivonne, vicino a Poitiers, in Francia, dove una sessantina di detenuti ha occupato una parte della prigione appiccando un incendio dopo aver sottratto le chiavi delle celle alle guardie carcerarie. Lo riporta le Figaro spiegando che nella rivolta non sono stati presi ostaggi e che le fiamme sono state sedate grazie all’intervento dei pompieri. Non vi sarebbero feriti né tra i detenuti né tra le guardie.

Fonte


Set 13 2016

Benevento – rivolta nel carcere minorile

aLo stesso Sappe chiede “interventi immediati da parte degli organi ministeriali e regionali dell’amministrazione della Giustizia minorile, che assicurino l’ordine e la sicurezza in carcere ad Airola tutelando gli agenti di polizia penitenziaria che vi prestano servizio”.

Una volta saputo che non sarebbero arrivate, hanno iniziato a gridare “Vogliamo le sigarette” e a rompere tutto quello che trovavano a portata di mano usando dei manici di scopa e i piedi di legno di alcuni tavoli. Continue reading


Lug 10 2016

Carcere di Bolzano – detenuti sempre più violenti: dall’esterno lancio di droga e telefonini

Il carcere di Bolzano è ormai... BOLZANO. La situazione all’interno del carcere di Bolzano è sempre più pesante. La denuncia è della Uil penitenziari che punta il dito dell’accusa anche verso la direttrice che avrebbe una conduzione eccessivamente permissiva. «Sono sempre più numerosi i casi di continue minacce e offese da parte di detenuti violenti – spiega Franco Fato rappresentante sindacale degli agenti di polizia penitenziaria della Uil (di cui è segretario provinciale) – e la direttrice invece di assumere provvedimenti disciplinari come prevede il regolamento, pensa di risolvere il problema spostando l’agente e mettendolo in servizio in un altro piano». Continue reading


Feb 12 2016

Messico, rivolta in carcere: “Almeno 60 morti”.

Relatives of inmates gather outside the Topo Chico prison in the northern city of Monterrey in Mexico where according to local media at least 30 people died in a prison riot on February 11, 2016. Riot police and ambulances were deployed at the Topo Chico prison as smoke billowed from the facility. Broadcaster Televisa reported that 30 died while Milenio television spoke of 50 victims, with inmates and prison guards among them.   AFP PHOTO / JULIO CESAR AGUILAR / AFP / Julio Cesar Aguilar        (Photo credit should read JULIO CESAR AGUILAR/AFP/Getty Images) Alla vigilia della visita di Papa Francesco, una rivolta in carcere sconvolge il Messico. Un gruppo di detenuti ha appiccato un incendio per distrarre le guardie e favorire un tentativo di fuga e nella prigione di Topo Chico, a Monterrey, nello stato di Nuevo León, è stata carneficina. Il quotidiano Reforma on-line parla di “50 morti e 70 feriti”, Continue reading


Feb 16 2014

Rivolta in carcere, i detenuti aggrediscono quattro agenti. Domenica di paura

cordatesaRivolta nel carcere di Ariano. Alcuni detenuti hanno occupato la corsia della loro sezione, minacciando di dar fuoco a mobili e materassi. Alla base della rivolta la richiesta di avere in cella un armadietto in più.

La protesta è durata alcune ore. Un detenuuto ha aggredito un agente di custodia e tre suoi colleghi che lo avevano soccorso. Con grande difficoltà gli agenti sono riusciti a riportare la calma e a sedare Continue reading


Nov 3 2013

GB, rivolta nel carcere di Maidstone

cordatesaCirca 180 detenuti hanno dato vita a una rivolta nel carcere di Maidstone, nel Kent, contro le pessime condizioni di vita all’interno del carcere, che si sono deteriorate in seguito a un taglio del personale.
La protesta, che si è poi risolta senza incidenti, ha reso necessario l’intervento delle forze speciali.
Nella stessa cittadina, lo scorso 20 ottobre, è stato massacrato di Continue reading


Nov 3 2013

Arabia Saudita: sommossa in carcere

cordatesaDUBAI  – Un incendio è scoppiato in una prigione dell’Arabia Saudita settentrionale, mentre si sentivano spari e urla di rivolta. Lo scrive un sito d’informazione saudita, precisando che la sommossa è esplosa nel carcere di Buraida e che le forze di sicurezza sono sul posto. Tre celle sarebbero state incendiate. Un comunicato è atteso più tardi dalle autorità della prigione. (ANSA).