Mag 1 2017

Torino – Cercano di evadere dal carcere: fallito il tentativo dei 4 giovani

Quattro giovani stranieri nella notte tra sabato 29 e domenica 30 aprile hanno cercato di evadere dal carcere minorile torinese  “Ferrante Aporti”.

La polizia penitenziaria ha però interrotto la fuga. Infatti, dopo aver udito dei rumori sospetti, le guardie si sono messe subito ad effettuare i controlli e si son accorti che i quattro stavano cercando di bucare la parete della stanza. Sono così stati fermati e messi in altre celle.

Fonte


Ott 9 2016

Torino – tre ragazzi evadono dal carcere minorile Ferrante Aporti

aTre detenuti minorenni sono evasi questa sera dal Ferrante Aporti di Torino. E’ accaduto intorno alle 17.45. I tre ragazzi, un tunisino, un polacco e un nomade, sono scappati scavalcando il muro del campo sportivo in cui si trovavano per l’ora d’aria. Si sono arrampicati velocissimi, a mani nude, senza usare corde o le classiche lenzuola. Continue reading


Apr 23 2013

Nuova struttura per il carcere minorile di Ferrante Aporti

impacchettato_2È stata inaugurata, con il taglio del nastro da parte del vescovo, Cesare Nosiglia una nuova sezione del carcere minorile Ferrante Aporti di Torino. Un ampliamento che porterà la capienza dell’istituto da 29 posti a 46.

«In questo modo – spiega la direttrice Gabriella Picco – potremo fare fronte alle esigenze anche di altre zone, in particolare di quella di Milano. Questo luogo deve poter essere non solo di sofferenza, ma anche di speranza». I lavori sono durati tre anni e comprendono anche una zona con nuovi uffici, dei laboratori e una piccola cappella.

Attualmente il Ferrante Aporti ospita 26 detenuti, per la maggioranza italiani, provenienti da Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e della provincia di Massa-Carrara. Con Continue reading


Apr 16 2013

Agente aggredito da detenuto al Ferrante Aporti: prognosi di 15 giorni


images (4)Un giovane detenuto di nazionalità tunisina ha aggredito un poliziotto all’ Istituto Minorile Ferrante Aporti di Torino. E’ accaduto sabato scorso. A denunciarlo Leo Beneduci, segretario generale dell’Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria (Osapp).

 L’agente – riferisce l’ Osapp – è stato accompagnato al Pronto soccorso delle Molinette dopo le prime cure è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni. Lo stesso detenuto, che ha già aggredito in passato altri agenti, ha poi tentato di ferirsi con frammenti di un neon.

“Se a questo si aggiunge che tra la notte del 13 e il 14 Aprile un improvviso black out ha reso sicuramente più difficoltoso del solito il turno di servizio per il personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, è naturale affermare – dichiara Beneduci – che per l’Istituto Minorile Ferrante Aporti sono stati sicuramente due giorni di fuoco”.

Fonte


Apr 11 2013

Fiamme in una cella al Ferrante Aporti, ma la nuova struttura ha gli idranti ‘a secco’


aTORINO – Un giovane detenuto ha appiccato un incendio all’interno di una cella del carcere minorile di Torino ‘Ferrante Aporti‘. Le fiamme hanno fatto scattare l’allarme antincendio e, quando gli agenti hanno provato a spegnerle utilizzando gli idranti, si sono resi conto che questi non erano funzionanti. Erano ‘a secco’.

L’incendio è stato comunque domato facendo ricorso agli estintori della vecchia struttura. L’episodio è stato denunciato dall’Osapp, Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria, che ha chiesto all’amministrazione se la nuova struttura, inaugurata circa un anno fa, sia stata collaudata.

La giustizia minorile va completamente riorganizzata” sottolinea il segretario generale del sindacato, Leo Beneduci, che accusa il ministro Severino di essere “del tutto assente” rispetto ai gravi problemi dei penitenziari italiani. “E intanto – conclude – la polizia penitenziaria è abbandonata a sé stessa”.

Fonte