Ott 23 2017

Argentina – Santiago Maldonado Vive!

L’omicidio di Santiago Maldonado ha innescato una serie di azioni in Argentina. Santiago scomparve il 1 agosto, rapito dalla Gendarmeria, e il 20 ottobre fu confermato che il cadavere trovato apparteneva al nostro compagno Santiago Maldonado. Speriamo che i responsabili subiscano la peggiore vendetta possibile.

Morte allo Stato assassino, Santiago vive!

Oggi come la scorsa notte continuiamo per le strade ¡SANTIAGO VIVE!

ORA SEI PARTE DELLA TERRA CHE TANTO AMAVI

Sono triste le ore in cui viviamo. Il 20 ottobre, Sergio Maldonado ha confermato ciò che temevamo. Il corpo abbandonato dalla Gendarmeria nel fiume Chubut è il compagno Santiago Maldonado.

La gendarmeria è responsabile. Lo Stato è responsabile. Perché sono stati loro che lo prelevarono dal territorio ribelle di Cushamen il primo di agosto.

Santiago Maldonado non è più un scomparso, adesso è un assassinato. Ma non dobbiamo mai dimenticare la cosa più importante. Santiago Maldonado è stato ucciso perchè lottava, perchè era un solidale, perchè affrontava la Gendarmeria a fianco dei weichafes (guerrieri) del MAP, il Movimento Continue reading


Ott 22 2017

Beppe trasferito a Torino

Diffondiamo da Macerie

Dal 13 ottobre Beppe si trova al carcere di Torino. Il 22 settembre dagli arresti domiciliari era stato trasferito a Regina Coeli perché le forze dell’ordine sostengono non abbia risposto a un controllo di routine.

Per scrivergli e sostenerlo:

Giuseppe De Salvatore

Casa Circondariale Lorusso e Cutugno,

via Maria Adelaide Aglietta 35

10149 Torino


Ott 18 2017

Velletri – Detenuto crea disordini in carcere

Nella mattinata 17.10.2017 un detenuto giovane di nazionalità rumena ha creato disordine nella sezione isolamento dove era ristretto.

Il detenuto era ristretto presso il Reparto Isolamento perché aveva litigato con il suo compagno di cella per futili motivi.

A darne notizia sono i sindacalisti dell’ Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli che continuano a denunciare tutte le problematiche inerenti alle strutture, al personale e alla gestione dei detenuti.

Il detenuto rumeno – commenta Borrelli – è riuscito a staccare il termosifone della propria cella per forzare del sbarre del cancello che lo rinchiudeva per poi uscirne fuori ed inveire ferocemente contro chiunque incontrava“. Continue reading


Ott 18 2017

Migranti: ok Cpr in ex carcere Macomer

Ormai manca solo la firma dell’accordo, ma sono già in corso le verifiche da parte dei tecnici sulla struttura dell’ex carcere dismesso di Macomer, nel centro Sardegna, individuato per ospitare un Centro di permanenza e rimpatrio (Cpr). La conferma arriva dopo un tavolo in Prefettura a Cagliari al quale hanno preso parte la capo dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del ministero dell’Interno, Geralda Pantalone, il governatore Francesco Pigliaru, il presidente dell’Anci Emiliano Deiana e il sindaco di Macomer, Antonio Onorato Succu.

“Il Cpr – ha spiegato il presidente della Regione – è uno strumento per disincentivare i flussi migratori, per dire a chi sta per salire su una barca diretto in Sardegna, e migrare irregolarmente, che non potrà usare l’Isola come porta d’accesso per l’Europa ma dovrà tornare Continue reading


Ott 18 2017

Roma – Asta benefit per i/le Torinesi


Ott 15 2017

Roma – 28 ottobre Presidio solidale al cpr di Ponte Galeria


Ott 14 2017

Sassari – agente e infermiere aggrediti da detenuto

Carceri, una situazione esplosiva, specie in Sardegna. E allora, è successo ancora: e il lungo, drammatico elenco delle aggressioni in carcere alimentate dalla violenza dei detenuti e cresciute all’ombra di un sovraffollamento delle celle – a cui corrisponde un proporzionale depauperamento degli agenti penitenziari in servizio – registra le ultime “vittime” della brutalità e del caos che imperversano negli istituti di pena. Ultimamente specie in quelli sardi.
Una denuncia che parte da lontano, insomma, e che conferma la gravità di una situazione ormai insostenibile in cui, a fronte di un crescendo di violenze e di disordini all’interno delle strutture carcerarie si determina una  cronica carenza di organico denunciata da tempo, e a più riprese, dagli agenti di polizia penitenziaria e dalle associazioni di categoria alle prese con denunce sempre più frequenti di episodi di aggressioni e minacce da parte di detenuti Continue reading


Ott 2 2017

41 bis: nuove regole per il carcere duro

Dall’assistenza sanitaria, all’attività lavorativa, all’iscrizione ai corsi scolastici, ai colloqui con gli educatori. E ancora le perquisizioni, le visite del garante, gli incontri coi familiari, la ricezione dei pacchi e della corrispondenza, fino al divieto di fumo.

La circolare del Dap che regola la quotidianità dei detenuti al 41 bis, un provvedimento di 52 pagine che per la prima volta regolamenta in modo specifico la vita di chi è sottoposto al carcere duro, è molto dettagliata. «Il detenuto/internato – si legge nel documento – all’atto del primo ingresso deve essere sottoposto a perquisizione personale e subito dopo ad una prima visita medica generale. Dopo l’espletamento delle formalità di cui sopra e, comunque, entro le 24 ore successive, il detenuto/internato effettua il Continue reading


Ott 2 2017

Sanremo . Detenuto scaglia un peso di due chili contro Agente Penitenziario

L’idea di essere rimproverato non è proprio andata giù a un ergastolano albanese detenuto in carcere a Sanremo, il quale ha reagito scagliando un peso da due chilogrammi, di quelli da palestra, contro un agente della Polizia Penitenziaria.

Per un miracolo il poliziotto non è stato colpito alla testa. Si tratta, comunque, della cosiddetta goccia che ha fatto traboccare il vaso, a causa dei continui episodi di violenza che da anni ormai caratterizzano il penitenziario di Sanremo. Tanto che il sindacato Sappe, a fronte del regime di anarchia che si è venuto a creare negli istituti di pena, con particolare attenzione a quello di Continue reading


Set 26 2017

Aggiornamenti sul processo a Riccardo, imprigionato ad Amburgo

Diffondiamo da anarhija

Il processo che vedrà imputato Riccardo si terrà il 5 di ottobre alle h.9.00 presso il tribunale di Altona – Amburgo (Max Bauer Allee 91.)

Sarà a porte aperte ma non ci è ancora dato di sapere se avverrà la sentenza nello stesso giorno o se slitterà ad un’altra data. Dipende dall’iter processuale (in molti casi hanno sentenziato in un solo giorno anche perché gli imputati hanno confessato).

Sarà giudicato tramite il secondo grado di una corte che prevede pene dai due anni in su (in Germania le corti sono divise in 3 livelli in base alla pena richiesta, non è una corte speciale).

I capi di accusa formalizzati sono: interruzione della pace pubblica, attacco tramite assalto (che equivale a lesioni – concorso in Italia) e resistenza.

Per quanto riguarda la censura Continue reading


Set 24 2017

Monza – Serata benefit G20 Amburgo

SERATA BENEFIT ARRESTATI/E AL G20 DI AMBURGO

Una serata per confrontarsi sulle pratiche e i significati delle giornate durante il G20 del 2017 ad Amburgo.

Sabato 14 ottobre dalle ore 18:00 alle ore 3:00
Foa Boccaccio, via Rosmini 11, Monza


• Dalle 18:00 discussione sui fatti del G20 di Amburgo.
• Dalle 20:30 cena popolare.
• Dalle 22:00 live:
ABAN official page (SUD-EST Records)

LINE UP IN ALLESTIMENTO

Tarantula


Set 24 2017

Un paese in galera

Articolo di Internazionale

Tutta l’Europa colta sa che la colpa non è dei carcerieri, ma di ognuno di noi;
però questo ci lascia indifferenti.
Anton Čechov, Vita attraverso le lettere

Nelle prigioni italiane ci sono più persone che a Sanremo, a Cuneo, ad Agrigento. Con più di 57mila detenuti e oltre 30mila agenti di polizia penitenziaria, il carcere potrebbe essere una delle prime cinquanta città italiane per numero di abitanti. Come in ogni città, c’è chi la mattina si alza con qualche speranza e chi si ammala, chi vende antidepressivi e chi sesso, chi piange per i sogni tristi, chi lavora e chi prega, chi ama e chi sa soffocare un uomo senza fare rumore.

Per quanto la si voglia cancellare dalla vista di tutti, questa città fa parte del panorama italiano tanto quanto L’Aquila (69mila abitanti) o Matera (60mila): è un pezzo del paesaggio, e il paesaggio siamo noi. Da quasi trent’anni cresce in maniera spaventosa e disordinata, i suoi confini toccano i nostri, ci riguardano molto più di quanto crediamo.

Continue reading


Set 24 2017

Beppe a Regina Coeli

Diffondiamo da Macerie

Da ieri Beppe si trova nuovamente rinchiuso in una cella. È stato riarrestato su richiesta dei carabinieri, deputati a controllarlo agli arresti domiciliari, che sono restati fuori dal portone della sua abitazione per tredici minuti senza ottenere risposta. Tredici minuti che per il Gip Pasquariello equivalgono a una vera e propria evasione, dati i doveri previsti dallo status di domiciliato e sono quindi sufficienti a ordinare l’aggravamento della misura. Continue reading


Set 24 2017

Detenuto si suicida in carcere a Bologna

Un detenuto senegalese di 39 anni si è suicidato in carcere a Bologna. 

La Questura fornisce qualche dettaglio sul fatto, avvenuto in una cella di sicurezza. L’uomo era stato arrestato per maltrattamenti nei confronti della moglie.

In particolare, la Polizia assicura che al momento di collocare l’uomo in cella “sono state adottate tutte le procedure di sicurezza per evitare atti di autolesionismo”, che tuttavia non sono bastate ad impedire che il 39enne si impiccasse con la sua maglietta alla Continue reading


Set 24 2017

Carcere di Biella: detenuto manda in fiamme la cella

BIELLA – Non c’è pace per la Casa Circondariale di Biella. Ieri, giovedì 21 settembre, un detenuto di origini extracomunitarie ha dato fuoco alla cella. Le fiamme hanno interessato materasso, lenzuola e coperte. Nella Sezione del secondo piano di uno dei padiglioni dell’istituto, l’aria si è fatta subito irrespirabile. Momenti critici, risolti dal rapido intervento degli agenti della Polizia Penitenziaria che hanno portato in salvo il recluso e spento il rogo. La notizia, ancora una volta, arriva dalle organizzazioni sindacali (Sappe, Osapp, Sinappe Continue reading


Set 21 2017

Carcere di Monza, due tentati suicidi nello stesso momento

Due tentativi di suicidio nel carcere di Monza, entrambi intorno alle otto di sera di lunedì 18 settembre.

Il primo protagonista è un italiano, collaboratore di giustizia, che ha cercato di impiccarsi. Gli agenti penitenziari sono intervenuti, l’hanno salvato e hanno disposto il trasferimento presso l’ospedale cittadino. Il secondo episodio è avvenuto invece presso il reparto di osservazione di psichiatria del penitenziario. Anche questo secondo Continue reading


Set 21 2017

Lecce – rigettata la richiesta di scarcerazione per Paska

Diffondiamo da Comunellafastidiosa

Questa mattina (20 settembre) è stata notificata dal tribunale del riesame la sentenza di rigetto della richiesta di scarcerazione di Paska, accusato di associazione a delinquere mentre era già in carcere dal 3 agosto.
Ribadiamo la nostra solidarietà con Paska e il nostro “rigetto” verso i meccanismi meschini messi in atto dal potere e dalle istituzioni per tentare di avvilire lo spirito di rivolta.. Non ci riusciranno.
Inoltre, sempre in mattinata abbiamo appreso della revoca della Continue reading


Set 21 2017

Augusta, detenuto catanese non rientra in carcere dopo un permesso premio

«Non è ancora rientrato da un permesso premio un detenuto di nazionalità italiana recluso nel carcere di Augusta». A darne notizia è il segretario generale aggiunto dell’Osapp, Domenico Nicotra.

«Il detenuto, – prosegue Nicotra -, di origini catanese si trovava in carcere per reati di rapina e era prevista la sua remissione in libertà nel 2020. Ancora adesso non si è configurato il reato di evasione ma è fuori ogni dubbio Continue reading


Set 21 2017

Appello per una giornata in Italia ed Europa contro Benetton

riceviamo e diffondiamo:

Un saluto a tutte/i,

Siamo la Rete in difesa del popolo Mapuche di Milano.

Il 1 agosto 2017 nel Pu lof en resistencia a Cushamen, comunità mapuche in Argentina, c’è stata una violenta irruzione senza mandato di oltre cento gendarmi, che sono entrati sparando pallottole di gomma e piombo nella comunità, ed hanno sequestrato un solidale, Santiago Maldonado. Da quella data, di Santiago non si sa nulla. Per settimane lo stato ha negato la sua responsabilità per quanto successo.

Il territorio nel quale Santiago è scomparso, per lo stato argentino è di proprietà del gruppo Benetton, in realtà è terra che lo stato Continue reading


Set 21 2017

Arresti domiciliari per Greg

Diffondiamo da Macerie

Il tribunale del Riesame ha deciso di accettare la richiesta di arresti domiciliari per Greg, che da sabato si trova rinchiuso con tutte le restrizioni nella casa precedentemente rifiutata dal Gip perché residenza dei genitori di una compagna.

Non accennano a diminuire le grane detentive degli ultimi mesi. Arrivano infatti altre notizie dalle aule di tribunale: per i coimputati di Greg è stata rigettata la richiesta di togliere le restrizioni. Le motivazioni? Per i signori togati sarebbe troppo presto. Troppo presto nonostantei compagni siano dal 3 di maggio in arresto, tra patria galera e domiciliari senza poter vedere e sentire nessuno, e nonostante il Continue reading


Set 19 2017

Detenuto appicca fuoco a cella all’Elba

Fluffy smoke — Image by © Taro Yamada/Corbis

Un detenuto di circa trent’anni, nel primo pomeriggio di oggi, ha dato fuoco alla cella dell’infermeria del carcere, ove era ricoverato a Porto Azzurro, all’isola d’Elba. Ne dà notizia il segretario generale del Sappe Renato Capece spiegando che nel principio d’incendio è rimasto intossicato un agente.
Il detenuto, il giorno precedente dopo aver ingerito alcune batterie ministilo, era stato ricoverato d’urgenza con elisoccorso Pegaso, presso il nosocomio di Livorno. Al rientro in carcere era stato precauzionalmente messo in una cella dell’infermeria della casa reclusione di Porto Azzurro, Continue reading


Set 15 2017

Compressore – Confermata condanna per Graziano

Diffondiamo da RoundRobin

Il 13/09 la corte di Cassazione ha confermato la condanna a 2 anni, 10 mesi e 20 giorni per Graziano, per il processo del “compressore”


Set 15 2017

Carcere di Monza. Si impicca alle sbarre della cella in infermeria, detenuto muore suicida.

Un uomo detenuto nel carcere di Monza, imputato per reati di droga, si è tolto la vita nel tardo pomeriggio di giovedì impiccandosi alle inferriate di una cella.

Il drammatico gesto si è consumato nel reparto Infermeria della casa circondariale monzese e a darne notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Il detenuto, italiano, 40 anni, ristretto per reati legati alla droga, si è impiccato Continue reading


Set 14 2017

Mantova – Cibo scarso e pochi canali. Notti di rivolta in carcere

MANTOVA. Materassi incendiati, tavoli e sedie fracassati, porte blindate danneggiate, celle allagate: nel carcere di via Poma è scoppiata la rivolta. La polizia penitenziaria è riuscita a contenere i rivoltosi, ma l’allerta resta alta. Non è facile per cinque agenti tenere a bada un centinaio di detenuti arrabbiati.

Per due notti di seguito, sabato e domenica, si sono susseguiti ininterrotti urla e danneggiamenti. Per domare gli incendi all’interno delle celle si è dovuto far uso degli estintori. I danni sono molto consistenti.

In queste ore l’emergenza sembra essere rientrata ma potrebbe essere solo una tregua, dal momento che le cause della rivolta non sono ancora state rimosse. Cibo Continue reading


Set 14 2017

Viterbo – Escrementi lanciati contro la direttrice del carcere

Viterbo – “Escrementi addosso alla direttrice del carcere”. Ennesimo episodio a Mammagialla che dimostra le difficili condizioni in cui gli operatori sono costretti a muoversi.

Danilo Primi (Uspp) nello stigmatizzare l’accaduto, tiene alta l’attenzione. “Tutta la nostra comprensione alla direttrice – spiega Primi – ma soltanto pochi giorni fa, con una nota verbale avevamo segnalato per l’ennesima volta al tavolo di confronto, come nel carcere certe situazioni siano diventate ingestibili”.

A quanto pare, il detenuto stava facendo parecchia confusione. Non si riusciva a calmarlo. Così la direttrice è scesa. Tentando di farlo ragionare.

Ma la reazione è stata del tutto inaspettata. Lancio d’escrementi, una manciata, contro. Continue reading


Set 13 2017

Arrestato Agente penitenziario in servizio a Rebibbia: aveva droga e telefonini da smerciare in carcere

Da carceriere a carcerato il passo è stato breve per un agente di Polizia Penitenziaria di Paliano in servizio presso la casa circondariale di Rebibbia a Roma.

C.S., 52 anni, molti dei quali trascorsi nel corpo della Polizia Penitenziaria in giro per l’Italia, sarebbe stato trovato in possesso di alcuni telefonini e di dosi droga che avrebbe poi dovuto fornire ad alcuni detenuti rinchiusi nel braccio speciale all’interno del carcere della Capitale.

L’arresto è avvenuto dopo ferragosto Continue reading


Set 13 2017

Detenuto uccide compagno di cella nel carcere di San Gimignano

A seguito di un violento litigio tra due detenuti romeni, uno ha colpito l’altro con uno sgabello di legno, ferendolo a morte. Il sindaco di polizia Sappe: “Istituti penitenziari sempre più ingovernabili”

Omicidio tra le sbarre nel carcere di San Gimignano. A seguito di un violento litigio tra due detenuti romeni, uno ha ammazzato l’altro con uno sgabello di legno. Lo rende noto il sindacato di polizia penitenziaria Sappe sottolineando che “le carceri sono sempre piu’ ingovernabili”. La vittima era un ergastolano in carcere per omicidio ed era nato Continue reading


Set 12 2017

Paura in carcere di Teramo, detenuto sieropositivo ferisce agente e gli sputa addosso sangue

Un agente della polizia penitenziaria in servizio presso il carcere di Teramo rischia il contagio da Hiv. Un altro, invece, ha rimediato un pugno in pieno volto. E’ il bilancio di un’aggressione avvenuta nella giornata di domenica nella casa circondariale di Castrogno, quando un detenuto psichiatrico ha tentato il suicidio tagliandosi le vene dei polsi con un vetro mandato in frantumi ed aggredito poi gli agenti intervenuti per calmarlo. L’uomo, un 52enne arrivato dal Lazio in virtù dell’accorpamento con il provveditorato abruzzese, è adesso ricoverato al Mazzini di Teramo, mentre gli agenti si sono sottoposti nelle scorse ore a dei test per Continue reading


Set 9 2017

Cile: Lettera del prigioniero anarchico Marcelo Villarroel Sepúlveda sulla scomparsa dell’anarchico Santiago Maldonado

Questo è una lettera del prigioniero anarchico Marcelo Villarroel sul caso del compagno anarchico Santiago Maldonado, ancora assente. Vogliamo il nostro compango Santiago Maldonado vivo adesso!!!

Lotta contro tutte le carceri, l’amnesia e la passività codarda!!!

Queste parole nascono e diventano necessarie nel momento quando è necessario abbracciare tutti coloro che si danno senza riserve quando cercano l’incontro con la liberazione totale.

Per l’espansione della rivolta, per l’inequivocabile confronto con il potere, per l’estensione di pratiche autonome nel rifiuto del dominio e di tutto ciò che rende possibile la sua esistenza.

Mentre scrivo, sono guidato dal disprezzo e dalla rabbia… Mentre ogni persona comprende la propria vita, c’è un caro amico che manca…

SANTIAGO MALDONADO – el “Lechu”, el “Brujo”, scomparso. E io non posso rimanere in silenzio o ignorare la sua assenza fisica. Continue reading


Set 9 2017

Incendia di nuovo la cella e aggredisce ancora gli agenti

CIVITAVECCHIA – Solo qualche giorno fa aveva dato fuoco alla sua cella aggredendo gli agenti penitenziari. E ieri sera, sempre nel supercarcere di Borgata Aurelia, si è ripetuto. L’uomo, a cui era stata revocata la sorveglianza a vista seppur ricoverato in infermeria per patologie psichiatriche, è riuscito a recuperare un accendino e ha alimentato le fiamme. Aperta la cella per soccorrerlo ancora una volta aggrediva il personale di polizia penitenziaria che lo stavano mettendo in sicurezza. Spintoni, pugni e calci con il risultato di quattro agenti feriti ed inviati al Pronto soccorso di Civitavecchia per medicazione e cure.
L’episodio, che fa il paio con una situazione analoga accaduta Continue reading