Nov 6 2017

Torino, detenuto in permesso premio non rientra in carcere

Il ragazzo di 23 anni stava scontando una pena per vari reati commessi quando era ancora minorenne. Sabato sera non è tornato nel carcere minorile “Ferrante Aporti”: trascorse 24 ore, è scattato nei suoi confronti il reato di evasione

Un detenuto di 23 anni non è rientrato nel carcere minorile “Ferrante Aporti” di Torino dopo un permesso premio. Il ragazzo, di origine rumena, stava scontando una pena per vari reati commessi quando era ancora minorenne. Il rientro era previsto per sabato sera: trascorse 24 ore, è scattato nei suoi confronti il reato di evasione. Continue reading


Ott 25 2017

Evade dal carcere di Torino durante la licenza premio

Dalla tarda mattinata di oggi, martedì, Giuseppe Taormina, 52enne milanese condannato all’ergastolo per omicidio, con fine pena mai, in regime di semilibertà e ristretto al reparto semiliberi della Casa Circondariale di Torino, si è reso irreperibile ed è quindi a tutti gli effetti evaso. L’uomo stava fruendo di una licenza premio che gli consentiva di pernottare all’associazione Evangelica di Volontariato.

 A dare la notizia è l’Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del segretario generale Leo Beneduci.

«A fronte dell’ennesima evasione, anche se attuata in forma indiretta e non immediatamente dal carcere, confermiamo le critiche verso l’attuale politica delle carceri, dove il particolare privilegio di cui godono in questo momento i detenuti e non chi opera a tutela dello Continue reading


Apr 16 2017

Detenuto evade dal carcere di Bollate: è la settima evasione da inizio anno

Settima evasione dall’inizio dell’anno dal carcere modello di Bollate, alle porte di Milano. L’ultimo episodio, denunciato dal segretario regionale dell’Osapp (Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria) Giuseppe Bolena, risale alla sera dello scorso venerdì, 7 aprile. A non fare più ritorno nel carcere è stato un cittadino indiano. Condannato per omicidio, avrebbe dovuto scontare una pena fino al 2023. Venerdì però è uscito dal penitenziario per usufruire del Continue reading


Mar 29 2017

Detenuto irpino evade dal carcere minorile di Airola

Clamoroso ciò che è accaduto al carcere minorile di Airola, dove un detenuto nativo di San Martino Valle Caudina, condannato per estorsione, è riuscito a evadere senza che nessuno se ne accorgesse.

Il fatto, gravissimo, è avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 26 aprile. Il ragazzo era in procinto di essere tradotto in comunità, ma durante le operazioni di trasporto, “Complice anche la scorta ridotta di Polizia Penitenziaria è fuggito”, denuncia Donato Capece, segretario Continue reading


Mar 18 2017

Alessandria, telecamere guaste in carcere: detenuto ne approfitta e scappa

Un detenuto di origine albanese di 35 anni è evaso dal carcere San Michele di Alessandria, dove era detenuto in regime di semilibertà con “fine pena” nel 2024. E’ successo stamattina: secondo una prima ricostruzione l’uomo avrebbe approfittato di un problema tecnico alle telecamere della videosorveglianza poste lungo la recinzione mentre effettuava alcuni lavori di pulizia nell’area tra il muro di cinta e il parcheggio davanti al carcere. Immediate le ricerche delle forze dell’ordine, che hanno allestito posti di controllo in tutta la provincia e diramato la foto segnaletica dell’uomo, che ha numerosi reati Continue reading


Gen 12 2014

Grecia: prigioniero “17 novembre” evade dopo permesso dal carcere

cordatesaAtene, 7 gen. – (Adnkronos/Dpa) – E’ caccia all’uomo in Grecia, dove si sono perse le tracce di un membro di uno dei gruppi terroristici più violenti del Paese. Il 52enne Christodoulos Xyros, dell’organizzazione ’17 Novembre’, è stato dichiarato scomparso dal suo avvocato dopo che ieri non si è presentato al controllo quotidiano nella stazione di polizia vicino Continue reading


Ago 30 2013

Evade dal carcere, preso sull’auto del Comune di Jesolo rubata

cordatesaUn 53enne evaso dal carcere ruba auto del Comune rintracciato e arrestato a Campobasso. La vicenda nasce a Jesolo il 26 agosto scorso, quando viene scoperto il furto di una Fiat Panda del Comune jesolano, scomparsa nel corso del fine settimana dal parcheggio di una colonia estiva della zona.

Il ladro (o i ladri), dopo aver forzato la porta finestra posta sul retro della struttura, si era impossessato anche di alcune centinaia di Euro già consegnati alla struttura dai genitori dei bambini frequentatori del centro per le iniziative della colonia, oltre ad alcuni indumenti e scardinato i distributori automatici di snack e Continue reading


Ago 28 2013

Frosinone, evade un detenuto con il permesso di lavoro all’esterno

cordatesaUn detenuto straniero ammesso a lavoro all’esterno è evaso e non ha più fatto rientro nel carcere di Frosinone. Sull’episodio Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, commenta: «Il mancato rientro di un detenuto straniero (fine pena 2015) che era ammesso al lavoro all’esterno del carcere rientra purtroppo tra gli eventi critici che possono accadere. Ma questo non deve certo inficiare l’istituto della concessione di permessi ai detenuti, anche perché gli episodi di evasione sono minimi, ma è evidente che c’è sempre qualcuno Continue reading


Giu 19 2013

Detenuto evade durante la traduzione in carcere: ha tentato la fuga scappando dal bagno

cordatesaDetenuto evade dalla finestra del bagno durante la sosta della traduzione.

Condannato a sei anni per droga, un tunisino di 32 anni ha cercato di scappare dalla finestra di un bagno dell’autogrill dell’area di sosta San Giacomo Est, lungo la A4, nei pressi di Brescia Est, mentre veniva trasferito dagli agenti di Polizia Penitenziaria al carcere milanese di Opera dopo la sentenza del tribunale di Verona.

La fuga del magrebino si è conclusa dopo pochi metri: l’uomo, dopo avere attraversato a piedi le carreggiate dell’autostrada, è stato riacciuffato ed ora, alla pena già comminata, si aggiungerà anche quella di evasione.

Il tunisino peraltro, arrestato nell’aprile del 2012, era già evaso dall’ospedale di Verona Continue reading


Giu 10 2013

Carcere minorile: fuga di un 18enne albanese

cordatesaContinuano incessanti ed ininterrotte anche nel corso della scorsa notte le ricerche del giovane 18enne albanese arrestato pochi giorni fa su ordinanza della magistratura per gravi reati contro la persona ed il patrimonio in attesa di giudizio che ieri mattina eludendo la Sorveglianza del personale della polizia penitenziaria minorile di Bari si è data alla fuga dal carcere Fornelli di Bari dove sono ristretti 23 giovani detenuti.

Per il COo.S.P. dichiara Mastrulli _ Deve far riflettere che un extracomunitario o un cittadino straniero in Italia prende un sussidio di 1.400,00 euro mensili,con fitto gratuito ,pranzo e cena spesati mentre un Poliziotto Penitenziario rischia la vita ed affronta le difficoltà anche disciplinari e penali oltre alla sospensione dal servizio per Vigilare,controllare e redimere un recluso rinchiuso in Carceri
fatiscenti,scarsamente elettrificati,igiene e salubrità da terzo mondo e sanità scadente come denunciato anche in dibattito a Bari dall’Ordine dei medici e Sanitari della Regione nei giorni scorsi di cui se ne condividono le preoccupazioni.

IL COo.S.P. – Coordinamento Sindacale Penitenziario – dichiara: “adesso come sempre accade nella nostra Amministrazione Penitenziaria non si cerchino responsabilità tra gli anelli più deboli della catena penitenziaria lasciata in sotto organico di almeno 15 unità nei diversi turni di servizio alcuni anche 9 e dodici ore consecutivi in violazione all’art. 15 CCNL Forze di Polizia ad occupare più posti di servizio e maggiori responsabilità ma invece adeguare e rinnovare nella gestione come nella sicurezza il Minorile di
Bari sarebbe più opportuno e non più rinviabile senza qui voler assolutamente accreditare alcuna responsabilità all’evento”.

Mastrulli – Il COo.S.P. ha chiesto al Dipartimento l’assegnazione di appartenenti al Ruolo dei Commissari del Corpo al Comando degli istituti Penali Minorenni al pari dignità di ruolo e responsabilità e funzioni svolta negli Adulti, oggi quelle sedi minorili sono comandati dal Ruolo Ispettori e proprio all’IPM di Bari ne risultano in un numero sufficienti a discapito del ruolo agenti,assistenti e sovrintendenti in netta carenza numerica.

Fonte


Mag 21 2013

Detenuto si sostituisce al compagno di cella ed evade dal carcere

cordatesaUn ungherese di 32 anni detenuto nel  carcere di Dresda in Germania si è sostituito al suo compagno di cella e in questo modo è riuscito a riottenere la libertà. L’uomo, come racconta il quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung era stato arrestato per furto, ma stava per essere incriminato per un nuovo reato molto più grave di prima: traffico di esseri umani e induzione alla prostituzione. Il 32enne è accusato in particolare di aver fatto entrare illegalmente in Germania una ragazza di 15 anni per poi costringerla a prostituirsi. L’uomo però è riuscito ad ingannare tutti i secondini, fingendosi il suo compagno di cella, sfruttando il fatto che i due erano molto somiglianti.  A confermarlo è lo stesso direttore del carcere, Ulrich Schwarzer, secondo il quale dopo che l’uomo si era fatto un taglio di capelli uguale al suo compagno di cella era davvero difficile distinguerli guardando le foto in Continue reading


Apr 15 2013

Tunisino in attesa di espulsione evade da carcere

salto-in-alto-1_21136865FRAUENFELD – Un tunisino è evaso stamani dal carcere cantonale di Frauenfeld, in cui si trovava da inizio anno in attesa di espulsione a causa di un furto in un negozio. La polizia non l’ha ancora ritrovato.

Dal cortile il 24enne si è arrampicato sul tetto e poi si è calato all’esterno del penitenziario, spiega la polizia turgoviese. Quindi è fuggito in direzione sconosciuta.

Fonte


Apr 7 2013

Firenze, evade dal carcere durante un permesso

Il detenuto era uscito da Sollicciano accompagnato da alcuni assistenti sociali. Ma si è allontanato facendo perdere le proprie tracce

images (3)Ricerche sono in corso da parte delle forze dell’ordine dopo l’evasione di un detenuto questo pomeriggio dal carcere fiorentino di Sollicciano. Secondo quanto emerso l’uomo, trentenne, marocchino, era uscito dal carcere usufruendo di un permesso, accompagnato da alcuni assistenti sociali, ma si è allontanato dai suoi accompagnatori facendo perdere le proprie tracce e non ha più fatto ritorno in cella.
Stava scontando una condanna per reati contro la persona.

Fonte


Mar 17 2013

Detenuto evade da Policlinico Modena

evasion(Adnkronos) – Oggi, verso mezzogiorno, un detenuto tunisino, arrestato nei giorni scorsi per droga, e’ scappato dal policlinico di Modena, dove era piantonato nel reparto detentivo. Lo rende noto il Sappe, Sindacato autonomo di polizia penitenziaria. ”E’ riuscito a scappare dopo essere uscito dal reparto per effettuare una visita medica. Non si conoscono ancora le modalita’ del fatto. Nel frattempo sono in corso le ricerche da parte della polizia penitenziaria per rintracciare l’uomo – riferisce Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe – Cio’ dimostra, ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, che con certe persone non si puo’ mai abbassare la guardia e la sicurezza deve essere l’elemento fondamentale da tenere in considerazione, sia nel carcere, sia fuori”.