Mag 30 2017

CordaTesa: Pranzo solidale Scripta Manent a Monza questa domenica!


Feb 23 2017

BASTA C.I.E : Presidi a Monza e Milano


Feb 11 2017

Prigionieri | Trieste – Kabu trasferito dai domiciliari al carcere

Diffondiamo da Informa-azione

da Anarchici Udinesi

Un compagno anarchico udinese da 8 mesi ai domiciliari a Trieste con le accuse di oltraggio e resistenza aggravata a pubblico ufficiale, il 3 febbraio 2017, circa due settimane prima della sua liberazione viene prelevato dalle carogne in divisa nella sua abitazione e portato nel carcere di Trieste, le motivazioni sono l’accusa di rapina e violazione del foglio di via da Udine. Per queste accuse viene condannato a un anno e nove mesi, ma per decidere con che modalità deve scontare la pena, bisogna aspettare che una commissione si riunisca e prenda la sua decisione, nell’attesa che trovino il tempo di riunirsi, vale a dire tra uno, due, tre, quattro o chissà quanti mesi, nel frattempo il magistrato prende la decisione di detenere il compagno in carcere.
Alla luce di tutto ciò, sabato 11.02.2017, saremo sotto il carcere di Trieste (via Coroneo) per portare la nostra solidarietà al compagno costretto agli arresti.

Per scrivergli:

Alberto Casonato
Via Coroneo 26, Trieste

Seguiranno aggiornamenti.


Ott 10 2016

Settimana mobilitazione per Georges Ibrahim Abdallah


Ott 10 2016

Martedì 11 Ott – Prime udienze appello processone e presidio

aIl 4 ottobre è partito l’appello del processo contro le giornate di resistenza del 27 giugno e del 3 luglio 2013. Sebbene non più all’aula bunker del carcere le Vallette, fuori c’era il solito enorme spiegamento di agenti. Le difese hanno subito evidenziato l‘irregolarità di svariate notifiche, argomentando che si può ovviare in poche settimane fornendo le notifiche ai difensori; stride parlare di economia processuale quando invece si verrà a spendere molto di più e che le linee difensive andranno riargomentate ad altro collegio. Continue reading


Set 13 2016

Venezia – Iniziative contro la sorveglianza speciale

Picture 001

Picture 001

Il testo che segue è una proposta di discussione, rivolto a tutti e a tutte gli interessati, per l’incontro che si terrà a Venezia il prossimo 16 settembre, in merito alle iniziative contro la richiesta di Sorveglianza Speciale ai danni di un compagno:

La richiesta di Sorveglianza Speciale formulata dalla Questura di Venezia ai danni di un compagno chiude idealmente quel cerchio di misure preventive iniziato un anno fa nella città lagunare, con l’emissione di una quarantina di fogli di via e di tre avvisi orali. Continue reading


Lug 10 2016

Sabotaggio antinucleare: si chiude il processo d’appello

cordatesaGiovedì 31 Giugno a Firenze si è concluso il processo d’Appello contro cinque compagne e compagni accusati di un attacco dinamitardo contro un traliccio dell’alta tensione della famigerata linea La Spezia Acciaiolo in Toscana, azione contro i nuovi progetti di ripresa dell’energia nucleare in Italia.
Questo processo, che si trascinava da oltre dieci anni, partiva dalle inchieste “gruppi d’affinità” e “anticorpi” del 2006, Continue reading


Lug 7 2016

Iniziativa di solidarietà alla lotta dei prigionieri palestinesi Milano

inizaitiva transiti


Lug 4 2016

Aggiornamenti da Marco Camenisch: la lenta sottrazione di sbarre

1389636972185626

Riceviamo una corrispondenza dal prigioniero ecologista anarchico Marco Camensich rispetto al suo trattamento intra-extra-carcerario:

Fine giugno 2016: Aggiornamento “discesa”

Dopo il trasferimento di novembre 2015 da Bostadel a Saxerriet (Salez) nella sezione “chiusa di transito”, il 10 dicembre 2015 ci fu “riunione di trasferimento” con la direzione del carcere, i responsabili del DAP Zurigo ed il mio legale, ove furono deliberati poi ordinati i seguenti “passi”, ora già realizzati:

Gennaio 2016 trasferimento interno del “transito” in una “sezione aperta”

Febbraio 2016 2 uscite di 5h accompagnate da personale dell’istituto

Marzo 2016 2 uscite ognuna di 5h accompagnate da “figura di riferimento di propria scelta che
si assume la responsabilità” Continue reading


Lug 4 2016

L’Aquila – Report dalla giornata contro il 41bis

cordatesaReport da una città sempre più desertificata e da un carcere sempre più affollato.

Il corteo che ci è stato prescritto in città non ci convince: il luogo del concentramento (Viale Gran Sasso, altezza stadio) avrebbe solo lambito un’estremità periferica del centro storico, ulteriormente desertificata dall’ingente militarizzazione della zona. Da lì in poi avremmo incontrato solo strade vuote, interdette al traffico in occasione di una presunta manifestazione di “pagine contro la storia”, come travisavano i cartelli apposti dalla polizia municipale per giustificare una città blindata e l’enorme disagio che ne sarebbe derivato per la circolazione stradale e i cittadini, già alle prese con una ricostruzione difficile e di facciata. Continue reading


Mag 9 2016

Sicho libero subito! liberi tutte!

sicho

NON SEMPRE LA FORTUNA AIUTA GLI AUDACI

Solidarietà e complicità con i compagn* arrestati al Brennero.

Scenari apocalittici di un futuro fascista, le destre prendono piede in Europa, muri che si alzano e confini che si chiudono, deportazioni e campi di detenzione.

I gerarchi del capitalismo globale sono disposti a chiudere il valico del Brennero pur di fermare il transito agli esseri umani. Le persone devono essere fermate anche a costo di contraddire gli stessi principi costitutivi della UE, scricchiolante di fronte alla prima ondata migratoria.

Sapevamo bene cosa stavamo andando a fare il 7 maggio al corteo “Abbattere le frontiere al Brennero e ovunque”, sapevamo bene cosa volesse dire sfilare in un corteo non autorizzato attraverso un valico largo 370 metri da montagna a montagna. Sapevamo che la geografia del luogo era tutta a nostro sfavore.

Sapevamo tutto questo ma sapevamo anche che se un domani, in un futuro fatto di reti, fili spinati e muri, qualcuno ci chiederà “Quando costruivano l`ennesimo muro in Europa tu dov’ eri?`”, noi potremo dire di essere stati la` per provare ad abbatterlo, scagliando la prima pietra, in continuità con i percorsi di solidarietà e lotta con i migranti attivati a Monza e il supporto alle mobilitazioni e pratiche NoBorder, da Ventimiglia a Calais.

Doveva essere una giornata di lotta e così e` stato. C`e` voluto coraggio, ma non sempre la fortuna aiuta gli audaci. Svariati fermi si sono tramutati in sei arresti: due compagne e quattro compagni, dopo una lunga permanenza nella questura del Brennero, si trovano ora in carcere.

Uno di loro e` il nostro compagno, amico e fratello Cristian “Sicho” a cui va tutta la nostra totale complicità e solidarietà, iniziata già sabato stesso all’immediata notizia del fermo con un corteo spontaneo per le strade di Monza.

Domenica diversi striscioni sono apparsi nella curva del Masnada e nel concerto della scena hardcore di cui Sicho fa parte. A Bolzano un saluto al carcere ha portato il nostro calore dentro quelle mura dimostrando agli arrestati che non saranno mai soli.

Oggi stesso al tribunale di Bolzano si tiene l`udienza per direttissima per le misure cautelari e un presidio è chiamato lì davanti dalle 9 di mattina.

La solidarietà è solo all’inizio, abbiamo il fiato lungo.

SICHO, SABRINA, MIRIAM, NEMO, STEFANO, LUCA LIBERI SUBITO!

ABBATTERE OGNI FRONTIERA!

DELLE GALERE SOLO MACERIE!

Foa Boccaccio 003

CordaTesa

Tarantula


Mar 25 2016

Milano 2 aprile – Giornata in solidarietà con gli arrestati del primo maggio

cordatesa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diffondiamo la Locandina ed il Video di lancio della giornata del 2 Aprile a Milano, giornata di lotta in sostegno agli arrestati del Primo Maggio.
Diffondiamo da: Scateniamoli


Mar 5 2016

Bologna – Presidio sotto il carcere il 13 marzo

cordatesa


Mar 2 2016

Torino – Presidio sotto al CIE il 6 marzo

cordatesa


Feb 26 2016

Detenuti armati di lamette seminano il panico in carcere di Sanremo

cordatesa
Genova , 22 feb. – Tensione la notte scorsa nel carcere di Sanremo. Due detenuti italiani intorno a mezzanotte hanno cercato di dare fuoco alla propria cella per protesta, costringendo la polizia penitenziaria ad aprire la porta.
Usciti dalla cella hanno provato ad aggredire un agente con delle armi rudimentali costruite con delle lamette e hanno seminato il panico Continue reading


Feb 24 2016

Obbligo di dimora per Lucio, Francesco e Graziano

cordatesaIeri sono stati revocati gli arresti domiciliari anche a Lucio, Francesco e Graziano, come già nei giorni passati era accaduto a Mattia, Claudio e Niccolò. Se questi ultimi però non hanno altre misure cautelari che ne limitano la libertà, ai primi tre i giudici della Corte d’Appello hanno deciso di comminare degli obblighi di dimora nei Comuni in cui si trovavano ai domiciliari. I tre compagni possono quindi finalmente uscire di casa, dopo più di diciannove mesi passati tra carcere e domiciliari,  ma non dai Comuni in cui vivono.

Diffondiamo da: Macerie


Feb 20 2016

Appello per la costruzione di una giornata di musica e lotta attorno al carcere di s.vittore in data 2 aprile

cordatesaLa campagna SCATENIAMOLI nasce in seguito agli arresti del 12 novembre per i fatti della manifestazione NoExpo del primo maggio; il progetto include la creazione di una cassa di solidarietà, l’organizzazione e il coordinamento di vari benefit in giro per l’Italia e l’apertura di un blog ( all’indirizzo scateniamoli.info ). Si vuole inoltre mantenere Continue reading


Mag 4 2015

“Un po’ di possibile, altrimenti soffochiamo…”

images (2). RICEVIAMO E DIFFONDIAMO. Milano, corteo no-⁠expo del 1 maggio.
Benvenuti nel deserto del reale… o meglio, benvenuti nella desertica realtà che viviamo ogni giorno. Qualche tempo fa in giro per l’Europa, e ieri a Milano vi abbiamo fatto assaggiare un po’ di quella devastazione con cui la maggior parte di noi è costretta a convivere ogni giorno. Vi abbiamo fatto vedere un po’ di quella rabbia che Continue reading


Mar 10 2015

Liberi tutti

presidio Ferrara 14-03-2015


Mar 10 2015

Pedro vive nelle lotte

pedro locandina


Mar 5 2015

Fight the fame

pizzocherata


Gen 21 2015

Sabato 24 gennaio: MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA a Cremona!

24Emilio, un compagno di tante lotte e tante battaglie, è in ospedale in coma farmacologico con una emorragia cerebrale estesa a causa di un assalto squadrista al centro sociale Dordoni di Cremona.

L’attacco premeditato e scientificamente organizzato dai fascisti di CasaPound cremonesi, in combutta con altri militanti di estrema destra provenienti da fuori città, ha trovato una risposta determinata da parte dei compagni presenti nel centro sociale, ma purtroppo Emilio è stato colpito alla testa da diverse sprangate.

I fascisti si sono accaniti sopra ad Emilio fino a quando è stato portato in sicurezza all’interno del centro sociale; è stata, tuttavia, immediatamente chiara la gravità del suo stato di salute.

Infame è stato il comportamento della polizia che ha semplicemente identificato gli assaltatori e successivamente, per permettere loro di andarsene indisturbati, ha violentemente caricato il presidio di antifascist* radunatesi sul posto.

Per esprime totale vicinanza e solidarietà con Emilio è stata indetta:

Lunedì 19 gennaio una giornata nazionale di mobilitazione diffusa nei territori

Contro squadristi, polizia e istituzioni conniventi:

SABATO 24 GENNAIO CORTEO NAZIONALE ANTIFASCISTA, determinato, autodifeso e militante con la parola d’ordine: chiudere subito tutte le sedi fasciste!

CONCENTRAMENTO ORE 15.00 davanti al CSA DORDONI (via Mantova 7/A, ex foto Boario, parcheggio dello stadio)

 


Dic 14 2014

Free Palestine

unnamed


Dic 5 2014

Due giornate anticarcerarie in solidarietà con Maurizio Alfieri

download (13)Venerdì 28 e sabato 29 novembre: due giornate contro il sistema carcerario, la sua brutalità, la sua normalità.
Abbiamo preso spunto da una vicenda resa nota da Maurizio Alfieri, detenuto nel carcere di Spoleto, il quale qualche settimana fa ci faceva giungere notizia dell’ennesimo omicidio di Stato, quello di un prigioniero che ha trovato la morte in carcere il 25 giugno 2013, presso la casa circondariale di Terni. Continue reading


Nov 29 2014

Mobilitazione antifascista contro iniziativa “anti-degrado” di Forza Nuova & co.

downloadNel pomeriggio di lunedi 24 novembre in una riunione di alcune decine di compagni/e presso Radio Blackout a Torino è stata decisa una mobilitazione antifascista per dire NO alla “fiaccolata contro il degrado” prevista il prossimo sabato 29 novembre in via Artom angolo via Vigliani (zona Torino Sud), fiaccolata promossa da Forza Nuova e da altri neofascisti. Costoro, da buoni servi dei padroni, in questo periodo in tutta Italia stanno riprendendo la solita strategia di strumentalizzare i problemi delle periferie fomentando la guerra tra poveri (soprattutto contro i rom eterno capro espiatorio), per distogliere la gente dalla lotta contro i veri responsabili della crisi.

Appuntamento pubblico sabato 29 novembre dalle 16

via Artom altezza via Pisacane (capolinea bus n.1) Continue reading


Nov 26 2014

Lecce: Ciclo proiezioni “Dentro e Contro: vite ribelli” al circolo anarchico di via Massaglia

DENTRO E CONTRO: VITE RIBELLI
tre proiezioni, tre autobiografie, tre modi di intendere la vita lottando
o mettendo in discussione il sistema in cui siamo immersi

GIOVEDI’ 27 NOVEMBRE
ORE 19:30 APERITIVO
ORE 20:30 proiezione di AN ANARCHIST LIFE
di I.Bormann e F.Toich, 2014
Combattente, prigioniero, cospiratore, confinato, fuoriuscito..


Nov 25 2014

In strada contro gli sfratti a sorpresa

ANTI-SFRATTO1Dopo quella che abitava in via Cuneo, venerdì scorso in via Leinì un’altra famiglia è stata buttata fuori di casa senza preavviso. Mentre diverse camionette stazionavano su corso Giulio Cesare, ufficiale giudiziario e uomini della Digos hanno provveduto a riconsegnare l’appartamento al legittimo proprietario, senza incontrare particolari problemi. Sempre nella scorsa settimana poi alcuni agenti in borghese sono andati a ficcare il naso in alcune case in cui lo sfratto è ormai sospeso da qualche mese, chiedendo informazioni e dispensando minacce. Continue reading


Nov 25 2014

Lione, Francia: Manifestazione offensiva contro il congresso del Fronte Nazionale

4084208852_3b5503cef7_oContro
il fascismo, lo Stato e il capitalismo.

Organizziamo
la resistenza e la solidarietà.

Contro la repressione.
Le frontiere ci dividono, la lotta ci unisce.

Contro il partito degli assassini.
Contro il congresso del Fronte Nazionale…

Tutti e tutte a Lione!

Manifestazione il 29 novembre del 2014, ore 14:00, Piazza Jean-Macé

 

Fonte


Nov 25 2014

Bruceremo gli altari e le chiese

Notte di vendetta trans: attaccata chiesa

riceviamo da mail anonima e diffondiamo:

download (7)“Il 20/11 è la giornata di ricordo delle persone uccise perché trans. Quest’anno le morti registrate nel mondo sono 226. Abbiamo deciso di attaccare una chiesa cattolica perché simbolo dell’oppressione anti-trans. La violenza vissuta dalle persone trans è la conseguenza della loro morale e regole di genere. La notte del 20/11 abbiamo preso di mira la basilica San Paolo in via vismara 2. Abbiamo incollato le serrature di varie porte, lanciato vernice rosa sulla facciata e scritto: “20/11 NOTTE DI VENDETTA TRANS” sulla porta d’ingresso. ATTACCHIAMO LE CHIESE! VENDETTA E NON SOLO RICORDO!”

bruceremo le chiese


Nov 22 2014

Sgombero al Corvetto, ha perso il bimbo la donna incinta coinvolta negli scontri

scontri_corvetto_milano_striscioneNon si placa la tensione che da giorni ormai si respira a Milano tra occupazioni abusive di case popolari, sgomberi e azioni violente da parte degli antagonisti che si sono schierati a fianco degli occupanti. E in questo clima una donna, che era incinta di sei mesi, ha perso il bambino. E ha spiegato ai medici, così come aveva fatto davati alle telecamere di Repubblica Tv, di essere stata colpita martedì scorso da una manganellata mentre stavamanifestando nel quartiere Corvetto, dove le forze dell’ordine avevano appena sgomberato due centri sociali.  Continue reading