Dic 21 2013

Siria: medico britannico volontario muore in carcere a Damasco

cordatesaUn medico britannico, Abbas Khan, che operava come volontario in uno degli ospedali da campo in Siria, ”e’ morto in carcere a Damasco” dopo un anno di detenzione. Lo ha reso noto l’agenzia ufficiale Sana. Abbas Khan, 32 anni, chirurgo ortopedico londinese, era stato arrestato nel novembre 2012 ad Aleppo, nel nord della Siria, dove si era recato per soccorrere alcuni civili rimasti feriti dallo scoppio di una bomba. Secondo quanto dichiarato alla Bbc dal fratello del medico, Afroze Khan, le autorita’ siriane ”avevano promesso di liberarlo questa Continue reading


Nov 21 2013

Monza – Incontro/dibattito con il compagno turco-belga Bahar Kimyongur

Giovedì 21 novembre 2013 dalle 21 nel centro sociale F.O.A. Boccaccio 03 a Monza in via Rosmini 11, invitiamo tutti i compagni e le situazioni di lotta contro la repressione e la guerra imperialista e per la solidarietà alla lotta ai popoli oppressi a partecipare al dibattito con il compagno turco-belga Bahar Kimyongur. Un’occasione importante per discutere sulla necessità di rilanciare l’iniziativa contro le politiche repressive e di guerra che stanno facendo passi da gigante anche in Italia.

Contro le guerre imperialiste, in solidarietà alla lotta dei popoli oppressiturco

 


Ott 22 2013

Siria, ribelli assaltano carcere Aleppo

cordatesaSi combatte per il controllo del carcere di Aleppo, nel nord della Siria, dopo l’assalto lanciato dagli insorti contro le forze del regime di Damasco.
Gli scontri più violenti, riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti dell’uomo, sono avvenuti intorno all’ edificio che ospita la direzione del Continue reading


Set 12 2013

L’Arabia Saudita ha mandato in Siria i detenuti, condannati a morte

cordatesaL’Arabia Saudita ha mandato in Siria per combattere contro le truppe del Presidente della Repubblica Bashar al-Assad oltre mille detenuti, condannati a morte, comunica il giornale USA Today .

Secondo i dati dell’edizione, ancora ad aprile il Ministero degli Affari Interni dell’Arabia Saudita ha proposto a 1239 detenuti, condannati a morte, la grazia e lo stipendio mensile alle loro famiglie in cambio Continue reading


Lug 12 2013

Siria: sciopero della fame di attiviste incarcerate e torturate

cordatesaÈ in corso da oltre una settimana lo   sciopero della fame delle detenute nel carcere di Adra, a Damasco. Si tratta di una protesta a oltranza contro le condizioni in cui sono costrette a vivere queste attiviste auto-definitesi “prigioniere di coscienza” e in attesa di giudizio. Sembra che gran parte di loro siano state arrestate senza aver commesso alcun reato. Precise le loro richieste: processo equo, possibilità di comunicare con le famiglie e cure mediche, visto che per molte la salute va deteriorandosi in modo pericoloso.

Al di là di palesi violazioni degli standard Continue reading


Giu 23 2013

Siria, cento morti in due mesi nel carcere di Aleppo

cordatesaDamasco – In Siria si continua a morire. Gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani hanno denunciato le “allarmanti” condizioni di detenzione nel carcere di Aleppo, dove negli ultimi due mesi sono morti oltre cento detenuti.

Il carcere di Aleppo è uno dei più grandi della Siria e da aprile è sotto assedio: le forze del regime di Bashar al-Assad hanno respinto diversi tentativi dei ribelli di liberare i quattromila detenuti nella struttura. Tra di loro si contano islamici, criminali comuni, attivisti e minori.

Fonte


Mag 15 2013

Siria – ribelli assaltano carcere, repressi con bombardamenti

 cordatesaANSA – Il web siriano è nuovamente offline in tutto il Paese dalle 10 locali, le 9 in Italia. Lo riferisce l’azienda Usa Renesys Corporation. L’accesso ad alcuni siti web governativi è bloccato: lo si può verificare utilizzando i tool online di monitoraggio dei siti web.

Stamani, intanto, una potente esplosione è stata avvertita nel cuore di Damasco, nei pressi di piazza degli Omayyadi. Lo riferiscono attivisti anti-regime. Secondo le prime informazioni si tratterebbe di una autobomba esplosa davanti al teatro dell’Opera della capitale. Un corrispondente occidentale riferisce un primo bilancio di almeno due feriti gravi. L’ultimo attentato nel centro di Damasco risale all’8 maggio. Almeno due colpi di mortaio sono caduti sulle alture del Golan occupate da Israele, nei pressi del monte Hermon. Lo scrive il Continue reading


Gen 29 2013

Siria: battaglia nel carcere di Idlib con almeno 10 morti, i ribelli liberano più di 100 detenuti

Medio Oriente, addestramento di ribelli siriani

I ribelli siriani hanno liberato più di cento detenuti nel corso di una battaglia contro le truppe del regime in un carcere alla periferia di Idlib, nel nordovest del Paese. Lo ha annunciato l’Osdh, l’Osservatorio siriano per i diritti umani. Almeno dieci ribelli sono stati uccisi nei combattimenti all’interno del carcere, ha indicato l’Osdh, che si basa su una rete di attivisti e medici per le sue ricostruzioni. “I ribelli sono riusciti a liberare più di cento prigionieri dalla scoppio dei combattimenti, ma non hanno assunto il controllo della prigione”, ha spiegato il direttore dell’Osservatorio, Rami Abdel Rahman.
I video pubblicati dagli attivisti hanno mostrato i ribelli all’interno del penitenziario, che si trova all’ingresso ovest della capitale provinciale. La città resta sotto il controllo del regime, mentre la provincia di Idlib è in larga parte nelle mani dell’opposizione. Decine di prigionieri sono state mostrate uscire dal carcere – sotto la protezione dei ribelli – mentre alle loro spalle si avvertivano raffiche di arma da fuoco ed esplosioni. La battaglia in carcere segue una giornata in cui 168 persone – 63 soldati, 60 ribelli e 45 civili – sono state uccise in tutta la Siria.

Fonte:  Tm News, 27 gennaio 2013