Dic 11 2013

Rissa tra detenuti nel carcere di Mammagialla

cordatesa“Botte da orbi lunedì presso l’istituto di “Mammagialla”. Nel pomeriggio presso una sezione del reparto penale del carcere viterbese, dove le camere detentive vengono tenute aperte dopo le ore 16:00, due gruppi di detenuti si sono affrontati a calci, pugni e stampellate lungo il corridoio.

La rissa scaturita da motivi al momento ignoti è arrivata fino al box dove presta servizio l’unità di polizia Continue reading


Ott 26 2013

Bologna, maxi rissa tra immigrati in carcere: “Troppo affollamento”

cordatesaMaxi rissa questa mattina nel carcere bolognese della Dozza tra circa 20 detenuti extracomunitari. Lo denuncia Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe (Sindacato autonomo Polizia Penitenziaria) che in una nota spiega: “Quando è scoppiata la rissa, per ragioni ancora da accertare, i detenuti erano al campo del reparto penale, anche se si tratta di reclusi appartenenti ad uno Continue reading


Set 18 2013

Venezuela: scontri in prigione a Maracaibo, almeno 16 morti

cordatesaE’ di almeno 16 morti il bilancio di un ammutinamento in un carcere di Maracaibo, nello stato
venezuelano di Zulia.

I testimoni riferiscono di una sparatoria scoppiata quando un gruppo di detenuti guidato da Edwin Soto – considerato il “leader” del carcere, noto con il nome di ‘El Mocho’ – ha cercato di prendere il controllo di alcuni padiglioni Continue reading


Set 12 2013

Napoli. Botte tra detenuti durante la messa: feriti gli agenti del carcere

cordatesaBotte tra detenuti durante la messa: nel carcere di Poggioreale restano feriti gli agenti di polizia penitenziaria intervenuti per fermare l’aggressione. Lo rende noto il segretario generale del sindacato Osapp, Pasquale Montesano, che racconta così l’episodia: «Durante la messa della domenica dove erano presenti i raparti Avellino, Torino e Firenze (circa 150 detenuti) con soli 4 agenti Continue reading


Mag 28 2013

Rissa tra detenuti a Rossano, 8 accoltellati, uno grave

cordatesa(AGI) – Rossano Calabro, 26 mag. – Rissa tra detenuti extracomunitari nel carcere di Rossano Calabro, con l’impiego anche di coltelli a serramanico: otto i feriti, uno dei quali e’ stato ricoverato in gravi condizioni. A renderlo noto e’ Eugenio Sarno, segretario generale della UILPA Penitenziari, con un comunicato dove si riferisce che la rissa e’ avvenuta oggi pomeriggio al momento del rientro dei detenuti dall’ora d’aria. Lo scontro e’ stato tra detenuti di etnia maghrebina e albanese si sono affrontati. I detenuti partecipanti alla rissa hanno anche divelto la scrivania della sezione detentiva in uso agli agenti penitenziari ricavandone sbarre e oggetti contundenti. Bilancio provvisorio: otto detenuti accoltellati trasportati d’urgenza al pronto soccorso del locale nosocomio, di cui uno Continue reading


Mag 4 2013

Marassi, due risse brevi ma violente tra detenuti in carcere

cordatesaGenova – Giornata ad alta tensione, quella di ieri, nel carcere genovese di Marassi.

Due gruppi distinti di detenuti si sono fronteggiati in poche ore indue distinte risse, per fortuna senza gravi conseguenze. “In una delle due si sono contrapposti detenuti italiani e sudamericani”,  spiega Roberto MARTINELLI, segretario generale aggiunto del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

“Le risse, brevi ma violente, solo per il pronto intervento degli Agenti di Polizia Penitenziaria non hanno avuto peggiori conseguenze in una struttura sovraffollata come il carcere genovese di Marassi, nel quale considerevole è anche la carenza di poliziotti rispetto agli organici previsti”.

Il SAPPE auspica infine che Continue reading


Mag 3 2013

Pakistan:morto detenuto India aggredito

cordatesaISLAMABAD – Un indiano detenuto in una prigione del Pakistan per spionaggio e’ morto ieri sera dopo essere stato aggredito da alcuni compagni di cella. Lo riporta oggi Geo News. Sarabjit Singh, 49 anni, era stato ricoverato venerdi’ in un ospedale di Lahore per gravi ferite al cranio e si trovava in coma. Era stato picchiato da due detenuti pachistani. Singh era stato condannato a morte nel 1991 con l’accusa di essere coinvolto in due stragi a Lahore e Faisalab che avevano causato 14 morti.

Fonte


Apr 16 2013

Rissa nel Carcere di Lucca: due detenuti in ospedale

rissaTensione nel Carcere di Lucca dove nella terza sezione, che raccoglie 67 detenuti, sabato scorso è scoppiata una rissa. La notizia è stata diffusa dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria che riferisce: «Arabi, georgiani, italiani e rumeni si sono affrontati colpendosi con caffettiere, lame delle scatolette ed altro. Due detenuti, un marocchino ed un rumeno, sono stati violentemente colpiti e si è reso necessario portarli all’Ospedale».

Pare che le ragioni dello scoppio di violenza siano scaturite da in precedenti alterchi tra alcuni dei detenuti coinvolti nella rissa: «La rissa, breve ma violenta, solo per il pronto Continue reading


Apr 15 2013

A Sollicciano venerdì di passione: una rissa tra detenuti e un tentativo di impiccagione

estintore-logo-vettoriale_34-51861Giornata rovente ed impegnativa ieri a Sollicciano (Firenze) con una rissa tra detenuti e un tentativo di impiccagione.

Grazie alla professionalità del personale di Polizia Penitenziaria si è evitato il peggio e si è salvata un’ulteriore vita umana che avrebbe aumentato il numero dei morti nelle carceri.

Tutto ciò, accade a 48 ore dal consiglio comunale indetto per il 15 Aprile nel Salone De’ Dugento, alla presenza del Garante dei detenuti On. Franco Corleone, che esporrà la relazione annuale 2012 in Palazzo Vecchio Piazza Signoria a Firenze ove la UIL PA Penitenziari sarà presente.

Le carceri Toscane sono al collasso e nessuno lo denuncia! Organici del Continue reading


Feb 23 2013

Rissa in carcere, condannati dopo 4 anni e mezzo, ma uno è latitante un altro è evaso

cordatesaStava pregando in cella, di notte, durante il mese del Ramadam. Ma qualcuno non apprezzava il suo fervore religioso e lamentava di non riuscire a dormire. Dopo avergli chiesto di smettere è passato agli insulti e per tutta risposta si è visto sputare addosso. Il giorno dopo, per vendetta, ha arruolato tre connazionali per una spedizione punitiva e hanno picchiato lui e un suo amico.

Fu un agente di Polizia Penitenziaria ad accorgersi che in quell’ora di libertà qualcosa era andato storto, vedendo il gruppo scendere le scale con addosso i segni ben visibili della colluttazione. Uno dei magrebini riportò una lussazione alla spalla, l’altro tagli e contusioni. Venne avvertito il direttore del carcere per prendere le misure conseguenti.

Era l’8 settembre del 2008 e per quei fatti ieri sono state condannate sei persone per rissa. Si tratta di Bashkim Dervishi, 43 anni, Elton Hylviu, 30 anni, Robert Lusha, 32 anni e Anton Staka 30 anni, tutti albanesi detenuti in quel momento all’Arginone, e di Ramzi Katani, marocchino, e Miled Orabi, tunisino, entrambi di 31 anni.

Ieri in tribunale, davanti al giudice Landolfi e al pm Stefania Borro, sono stati sentiti gli agenti di Polizia Penitenziaria e il direttore del carcere Francesco Cacciola, che ha battezzato l’episodio come scoppiato per “motivi religiosi”.

Al termine della discussione il giudice ha condannato Dervishi, Saka e Hylviu a un anno e otto mesi. Un anno di pena per tutti gli altri. Pena sospesa per Katani e Lusha. Per alcuni di loro la condanna non sarà un dramma. C’è chi risulta latitante, chi invece è appena evaso dal carcere di Parma.

www.estense.com


Gen 29 2013

Catania: agente di polizia penitenziaria ferito in rissa tra detenuti nell’Ipm di Acireale

009 testa a testa comicoUn agente di polizia penitenziaria è rimasto ferito durante una rissa tra detenuti dell’istituto per minorenni di Acireale. Lo rende noto la Fns-Cisl di Catania. “Oggi poteva scapparci il morto – afferma il segretario del sindacato, Antonio Sasso – i pochi uomini rimasti sono allo stremo delle forze sia fisica che psicologica, per i continui turni massacranti scaturiti da tale carenza. O si invia subito un folto contingente di agenti – osserva il sindacalista – oppure l’Istituto penitenziario per minorenni di Acireale deve essere accorpato urgentemente con la struttura di Bicocca, a Catania”.

ANSA