Nuova struttura per il carcere minorile di Ferrante Aporti

impacchettato_2È stata inaugurata, con il taglio del nastro da parte del vescovo, Cesare Nosiglia una nuova sezione del carcere minorile Ferrante Aporti di Torino. Un ampliamento che porterà la capienza dell’istituto da 29 posti a 46.

«In questo modo – spiega la direttrice Gabriella Picco – potremo fare fronte alle esigenze anche di altre zone, in particolare di quella di Milano. Questo luogo deve poter essere non solo di sofferenza, ma anche di speranza». I lavori sono durati tre anni e comprendono anche una zona con nuovi uffici, dei laboratori e una piccola cappella.

Attualmente il Ferrante Aporti ospita 26 detenuti, per la maggioranza italiani, provenienti da Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e della provincia di Massa-Carrara. Con l’allargamento però potrà ospita anche quelli di altre regioni, in caso di necessità

La costruzione della nuova sezione è finanziata con i fondi del ministero della giustizia. Oltre a Nosiglia erano presenti il sindaco Piero Fassino, il questore Antonino Cufalo e il capo del dipartimento della Giustizia Minorile Caterina Chinnici.

Fonte


Comments are closed.