Dic 9 2013

Trapani Milo, grande evasione e nuovi arrivi

diffondiamo da Macerie

cordatesaNuova grande evasione da Trapani Milo, da tempo ribattezzato il CIE delle fughe: dai racconti di alcuni reclusi sembra che nella notte tra venerdì e sabato ci abbiano provato in tanti, e alla fine ce l’abbiano fatta almeno in cinquanta. Come spesso accade i poliziotti e i militari di guardia sono stati colti di sorpresa e si sono lanciati in ritardo all’inseguimento degli evasi, riuscendo a catturare soltanto pochi ragazzi. Tutti gli Continue reading


Nov 5 2013

Tre tunisini in fuga dal Cie di Trapani

cordatesaTre tunisini sono fuggiti, sabato sera, ma la notizia si è appresa solo oggi, dal Cie di Trapani Milo. Un quarto immigrato, nel tentativo di fuga, si è fratturato una gamba mentre scavalcava la recinzione e si trova ricoverato all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani.

Stamani, intanto, 26 extracomunitari Continue reading


Set 21 2013

Gradisca, Torino e Trapani Milo: fuochino

Diffondiamo da Macerie

cordatesaAncora un tentativo di evasione dal Cie di corso Brunelleschi. Ieri sera un prigioniero ha preparato una corda ed ha provato a scavalcare le recinzioni, ma è stato catturato subito e riportato nelle gabbie. Poco dopo un suo compagno di sezione, invece, ha provato ad impiccarsi ed i militari han dovuto portarlo all’ospedale, dove è tutt’ora: non vedendo tornare il suo amico, l’aspirante evaso di ieri sera poco fa ha ingerito un flacone di Continue reading


Lug 23 2013

Trapani – Rivolta al CIE di Milo

cordatesaRivolta al CIE di Milo. Bilancio: 5 feriti tre militari dell’esercito e due della Guardia di Finanza

Rivolta, la scorsa notte, al centro di identificazione ed espulsione di contrada Milo, all’estrema periferia della città, dove vengono ospitati gli immigrati clandestini sbarcati lungo le coste della Sicilia occidentale e non solo. Bilancio: cinque feriti. In ospedale sono finiti tre militari dell’Esercito e due militari della Guardia di finanza. Negli scontri hanno riportato contusioni ed escoriazioni in diverse parti del corpo. Le loro condizioni non destano preoccupazione. Contusi anche un paio di extracomunitari. Tre clandestini sono riusciti a fuggire dalla struttura e far perdere le proprie tracce. Le ricerche degli Continue reading