Nov 24 2017

Follia e violenza dentro le carceri umbre: detenuto rompe il naso a un poliziotto, un altro dà fuoco alla cella

Non si placa l’onda di violenza all’interno delle carceri umbre, dove gli agenti della polizia penitenziaria si ritrovano a fronteggiare situazioni sempre più estreme. In ultimo, l’agressione ai danni di quattro agenti all’interno del carcere di Terni, dove un detenuto ha picchiato con calci e pugni quattro poliziotti fino a provocare a uno di loro la rottura del setto nasale. Un altro invece, ha dato fuoco alla propria cella. A denunciarlo è ancora una volta il segretario nazionale per l’Umbria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, Fabrizio Bonino.

“L’energumeno in questione, noto alle cronache per fatti analoghi ovunque è stato ristretto, ha aggredito quattro poliziotti, Una violenza assurda e ingiustificata, senza alcuna ragione, che ha determinato schiaffi, calci e pugni ai quattro poliziotti penitenziari, contusi e feriti. Continue reading


Apr 15 2017

Carcere di Perugia, detenuto aggredisce ispettore della polizia penitenziaria con un pugno al volto

Altro episodio di violenza all’interno del carcere di Capanne dopo che, alcuni giorni fa, un detenuto aveva appiccato un incendio all’interno di una cella. Secondo quanto denunciato sabato da due sindacati degli agenti di polizia penitenziaria (l’Osapp e l’Alsippe) nella tarda serata di venerdì un detenuto di nazionalità tunisina ha colpito al volto un ispettore capo della penitenziaria che, viste le lievi contusioni riportate durante l’aggressione, è stato medicato Continue reading


Ott 16 2013

Ergastolano si suicida. “Sono innocente” continuava a ripetere

cordatesaEra davvero innocente? E’ questa la domanda che frulla nella testa di tutti coloro ai quali, il gesto disperato di un uomo, fa sempre riflettere.

Si è suicidato Davide Valpiani, condannato all’ergastolo per l’omicidiodi Vincenzo Di Rosa, fratello della sua compagna, avvenuto nel 2005 a Cervia ( Continue reading


Set 26 2013

Capanne, devasta la cella e poi aggredisce agenti

cordatesaLo scatto d’ira dentro la cella e poi il trambusto. Sgabelli e sanitari spaccati. Le guardie provano a calmarlo, ma l’uomo non sente ragioni e si scaglia contro di loro con violenza. Poche testimonianze, quelle che servono, per portare l’uomo in questione di fronte al giudice, rischiando così di tornare nuovamente in una delle celle che tanto ha detestato.

Attende silenzioso. Viso gonfio da notte insonne Continue reading