Mag 12 2014

Caltanissetta: rifiuta braccialetto elettronico preferendo il carcere, arrestato.

cordatesaHa rifiutato il braccialetto elettronico, preferendo il carcere. Cosi’ per Giuseppe Rinella, pluripregiudicato di 54 anni, si sono spalancate le porte del carcere di contrada Balate, a Gela, in provincia di Caltanissetta. I carabinieri lo hanno arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice. Per l’uomo, infatti, finito in manette per evasione lo scorso 21 aprile erano stati disposti i domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico per il controllo. Ma il 54enne non ha fornito il proprio consenso all’applicazione e cosi’ il Tribunale ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Fonte


Lug 20 2013

Turi lascia il carcere, domiciliari in una cooperativa antimafia

cordatesaArresti domiciliari da scontare in una cooperativa sociale antimafia di Partinico, in provincia di Palermo, per l’attivista “No Muos”, Turi Vaccaro, 59 anni, arrestato lo scorso 10 luglio per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato, nel corso delle celebrazioni per il settantesimo anniversario dello sbarco alleato a Gela. La misura meno afflittiva è stata decisa dal giudice Fabrizio Molinari che ha accolto l’istanza presentata Continue reading