USA, due assassini ergastolani escono dal carcere falsificando i documenti di rilascio

cordatesaLa loro fuga è durata giusto appena un mese, ma la loro impresa ha dell’incredibile. Charles Walker e Joseph Jenkins sono due assassini condannati all’ergastolo senza la possibilità di avanzare richiesta per la libertà vigilata, eppure sono riusciti a trascorrere tre settimane a Panama.

I due, entrambi 34enni, stavano scontando il carcere a vita rispettivamente per omicidio di primo grado e omicidio di secondo grado, ma sono riusciti a falsificare i documenti necessari per il loro rilascio, hanno inviato tutto all’organo competente e si sono visti accettare la richiesta. Così, seguendo la procedura, si sono fatti scattare le foto e hanno lasciato le impronte digitali prima di uscire dal carcere, almeno sulla carta, da uomini liberi.

E pure con qualche dollaro in tasca da parte del Franklin Correctional Institution di Carabelle, in Florida, che come previsto ha dato loro i soldi necessari per acquistare i biglietti dell’autobus che li ha riportati alla civiltà.

Joseph Jenkins ha lasciato il carcere il 27 settembre scorso, Walker l’ha raggiunto qualche giorno dopo, l’8 ottobre. I due sono stati liberi di muoversi senza destare sospetti. E avrebbero potuto continuare a farlo se la famiglia di una delle vittime non avesse scoperto la cosa e allertato le autorità competenti e portato alla luce l’epic fail del Department of Corrections.

La caccia all’uomo è scattata subito e i due criminali sono stati rintracciati nel giro di pochi giorni. Ieri si stavano godendo un po’ di mare in un motel di Panama quando gli agenti sono entrati in azione e hanno fatto scattare le manette per i due che probabilmente in queste settimane di libertà si saranno fatti qualche sana risata alla faccia del D.O.C. degli Stati Uniti.

I due sono stati ricondotti in carcere, dove resteranno con ogni probabilità per il resto della loro vita, mentre le autorità competenti stanno indagando per capire sia potuto accadere. Quello che è certo è che Jenkins e Walker non hanno fatto tutto da soli: ad aiutarli coi documenti, pagati qualcosa come 8mila dollari ciascuno, ci ha pensato qualcuno dall’esterno.

Fonte


Comments are closed.