Catania, protestano i detenuti nel carcere di Piazza Lanza

cordatesaUna protesta di detenuti è in corso nel carcere catanese di Piazza Lanza, dove la scorsa settimana si è registrato un suicidio. I detenuti già da tre giorni, all’ora dei pasti, battono le stoviglie contro le sbarre della cella per protestare contro il sovraffollamento e le carenti condizioni della struttura.

Intanto, il parlamentare Salvo Fleres, Garante dei diritti del detenuti, esprime “piena solidarietà. I reclusi – dice – stanno svolgendo una composta azione di protesta contro il gravissimo fenomeno del sovraffollamento presente in quel carcere e in molti altri della Sicilia. L’iniziativa dei detenuti non stupisce affatto a causa della note problematiche legate alla conduzione di quella struttura che presenta profonde anomalie. Le stesse sono state oggetto di numerosi provvedimenti della magistratura di sorveglianza, in parte disattesi dalla direzione, sopratutto in materia di assistenza sanitaria. Nei prossimi giorni presenterò un dettagliato dossier riguardante Piazza Lanza e chiederò al capo del Dap di accertare quanto è già stato oggetto di una relazione inviatagli circa due settimane fa”.

“Cosi stando le cose – conclude – non c’è da stupirsi se a Piazza Lanza qualcuno si suicida ma, stranamente, non sono disponibili i rilievi video del luogo nell’ora e nel giorno in cui il suicidio è stato perpetrato”.

Fonte


Comments are closed.