Brasile: massacro di Carandiru, emesse le prime condanne

carandiru_divulgac3a7c3a3oUn tribunale brasiliano ha condannato a 156 anni di carcere ognuno dei 23 poliziotti accusati dell’omicidio di dodici prigionieri durante il “massacro del carcere di ” a , avvenuto il 2 ottobre del 1992, nel quale avevano perso la vita 111 detenuti.

La sentenza è stata annunciata ieri dal giudice José Augusto Nardy Marzagão e corrisponde alla prima parte del processo, diviso in quattro fasi, riportano i media locali.

Nel processo saranno giudicati un totale di 79 agenti per la strage avvenuta quando gli agenti erano intervenuti nella prigione per sedare una rissa tra fazioni rivali. Nessun poliziotto era rimasto ucciso.

Tre poliziotti imputati sono stati assolti su richiesta del pubblico ministero.

I fatti di Carandiru hanno profondamente scioccato l’opinione pubblica brasiliana. Per anni si è discusso se gli agenti dovessero essere processati in un tribunale civile o militare.

Il caso è così complesso che solo 26 degli 83 accusati sono attualmente sottomessi a giudizio. Gli avvocati difensori sostengono che i loro assistiti stavano obbedendo agli ordini e che non esistono prove su chi abbia ucciso i reclusi, mentre il pubblico ministero assicura che molti dei detenuti erano stati uccisi dai poliziotti a distanza ravvicinata all’interno delle loro celle.

Fonte


Comments are closed.