Ingoia 100 ovuli di eroina: arrestato

lovuliIl fiuto infallibile di Pakros e Zaffo, i due cani antidroga in servizio presso la Guardia di Finanza di Ventimiglia e l’agitazione di un giovane nigeriano durante i controlli nella stazione ferroviaria della città di frontiera hanno permesso ai militari di individuare ed arrestare un corriere della droga che cercava di trasporare oltre frontiera un chilo di eroina, valore 500.000 euro. Stupefacente diviso in cento ovuli che lo straniero aveva ingoiato cercando di eludere i controlli: l’ha tradito l’ansia alla vista dei militari.

I finanzieri, nei giorni scorsi, hanno deciso di controllare le persone che erano presenti nella sala di attesa della stazione di Ventimiglia provenienti dalla Francia. Alla vista dei militari e dei cani antidroga, lo straniero ha cercato di allontanarsi un po’ troppo frettolosamente, attirando su di lui l’attenzione dei militari.

“Non sto scappando, ma il mio treno è in partenza” ha detto lo straniero agli uomini delle fiamme gialle per giustificare il tentativo di fuga, ma ad un controllo più accurato i cani antidroga hanno fiutato lo stupefacente. Dopo aver condotto il giovane in caserma, i finanzieri hanno deciso di sottoporlo ad un’indagine radiologica che ha evidenziato gli ovuli di eroina ingeriti.

Arrestato, ora il nigeriano si trova rinchiuso nel carcere di Sanremo. L’eroina sequestrata è stata portata nei laboratori chimici per essere sottoposta agli esami di rito per accerterne il grado di purezza.

Fonte.


Comments are closed.