Detenuto aggredisce agenti a Castelfranco Emilia

cordatesa”Sabato scorso, nella casa di lavoro di Castelfranco Emilia, a Modena, un internato è stato trovato privo di sensi all’interno della sua cella e immediatamente soccorso dalla polizia penitenziaria. Subito dopo è stato sottoposto alle cure dei medici in ospedale. Al rientro lo stesso detenuto ha aggredito un sovrintendente e un agente della polizia penitenziaria”. E’ quanto denunciano Donato Capece, segretario generale del Sappe e Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto dello stesso sindacato dei baschi azzurri. ”Ci riferiscono che si tratta di una persona tossicodipendente e non conosciamo al momento le ragioni del malore -proseguono i due sindaclisti del Sappe- nella casa di lavoro gli internati sono 90, per una capienza di circa 50 posti. Molti di questi hanno problemi di natura psichiatrica”. ”Encomiabile -sottolineano Capece e Durante- il lavoro del personale di polizia penitenziaria che continua ad operare con scarse risorse e sotto organico. Ricordiamo che a causa dei tagli proposti nella legge di stabilità perderemo, nei prossimi tre anni, circa 2.000 agenti a livello nazionale, che andranno ad aggiungersi agli oltre 7.000 che già mancano”

Fonte


Comments are closed.