Carceri: suicidio a Trento

(ANSA) – TRENTO, 6 SET – Un detenuto del carcere di Trento si è suicidato nella propria cella e a nulla sono serviti i soccorsi. A riferire dell’episodio, avvenuto alle 14, sono l’Osapp per voce del segretario generale, Leo Beneduci, la Uil Pa, con il segretario generale Leonardo Angiulli. Si tratta di un uomo di 42 anni, detenuto per duplice omicidio, il 41/o che si toglie la vita in un penitenziario italiano nel 2017, secondo quanto evidenzia l’Osapp. “È un dato – sostiene il sindacato – tutt’altro che ordinario e normale nonostante le rassicurazioni del guardasigilli Orlando. Non è difficile individuare in una carenza di organico di quasi il 40% le cause di una morte che benché di natura volontaria avrebbe potuto a nostro avviso essere evitata”. “Non vogliamo creare allarmismi o strumentalizzare quest’ultimi episodi – aggiunge Angiulli – ma è evidente che la frequenza con cui si registrano eventi critici impone di suggerire ai vertici dell’amministrazione un cambio di rotta e soluzioni immediate a tutela degli operatori”.

Fonte


Comments are closed.