Ispettore aggredito da un assistente in carcere

cordatesaUn ispettore di polizia aggredito a Rimini da un assistente di polizia penitenziaria. A segnalare l’episodio, dopo quello, drammaticodo, di Torino, dove un agente della polizia penitenziaria ha ucciso un ispettore e poi si è suicidato, è il Sappe. l’episodio si sarebbe verificato a Rimini alcuni giorni fa, riferiscono in una nota Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto, e Francesco Campobasso, segretario regionale. Le ferite e lesioni riportate dall’ispettore sono state giudicate guaribili un 30 giorni. Episodi che “sembrano annunciati da anni di tensioni e conflitti non risolti da un’amministrazione completamente assente e priva di ogni iniziativa a tutela del personale di polizia penitenziaria” denuncia il sindacato. “Finora – continuano i due rappresentanti del Sappe – avevamo sempre denunciato episodi che riguardavano aggressioni tra detenuti e da parte dei detenuti verso gli agenti. Ma ormai la situazione nelle carceri è talmente grave che può accadere di tutto. L’istituto di Rimini è ormai da tempo senza un direttore a tempo pieno, così come Bologna, Ferrara e Forlì. Il personale è lasciato da solo ad affrontare problemi sempre più difficili”.

Fonte


Comments are closed.