Carceri: uomo si impicca a Prato, fiamme a Sollicciano

cordatesaUn uomo di 45 anni, arrestato per rapina e in attesa di giudizio, si e’ suicidato ieri nel carcere di Prato. Ha aspettato che gli altri detenuti uscissero dalla cella per l’ora d’aria e si e’ impiccato. “La notizia dell’ennesimo detenuto suicida – commenta Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria – questa volta nel carcere di Prato, e’ sempre una sconfitta per lo Stato. Essendo l’ennesimo tragico caso di morte in carcere, bisognerebbe darsi concretamente da fare per un ripensamento complessivo della funzione della pena e, al suo interno, del ruolo del carcere, argomento rispetto al quale il primo Sindacato della Polizia Penitenziaria, il SAPPE, e’ da tempo impegnato. Serve un carcere nuovo e diverso perche’ quello attuale e’ un fallimento”. Sempre ieri, un detenuto ricoverato nel centro clinico del carcere fiorentino di Sollicciano ha dato fuoco ad un materasso ed il fumo ha invaso l’intera sezione: per questo e’ stato necessario il trasporto di diversi di loro negli ospedali cittadini per sottoporli a controllo nel timore che siano rimasti intossicati. Secondo le prime informazioni a dare fuoco al materasso e’ stato un detenuto in osservazione psichiatrica. Le fiamme sono state presto domate e la situazione e’ tornata sotto controllo.

Fonte


Comments are closed.