Atene[Grecia]: Scontro tra compagni detenuti e sbirri della E.O.M.

Diffondiamo da RadioAzione

cordatesa“ Vaghiamo liberamente, questo perchè i nostri occhi sono pieni di esplosivi ”

Giovedi ’13/6 e mentre il nostro compagno K.Sakkas al suo 10 ° giorno di sciopero della fame chiedeva il suo immediato rilascio-noi quattro eravamo tutti lì per casi differenti al tribunale di appello a Loukareos .. Durante il nostro trasferimento e la nostra presenza in appello ci sono state provocazioni da parte dei poliziotti della E.O.M. (unità di trasferimento speciale). Il “servizio preformato” da questa spazzatura della E.O.M. è quello di trasferire gli anarchici e gli altri prigionieri pericolosi che potrebbero fuggire.

Durante la nostra uscita dal tribunale i compagni hanno intonato dei canti in solidarietà, uno di noi è stato attaccato dalla polizia. I poliziotti codardi lo hanno scaraventato a terra sul pavimento del corridoio (a 10 metri dal furgone di trasferimento), lo hanno trascinato al furgone con calci e pugni e lo rinchiusero in gabbia appositamente sagomata ammanettato. Quando siamo arrivati ​​a Koridallos e dopo altre provocazioni abbiamo attaccato i 13 poliziotti della E.O.M. con tutto quello che avevamo a nostra disposizione (sedie, cassetti, posacenere, telefoni, estintori, ecc), distruggendo allo stesso tempo la camera di pre-detenzione mentre ci difendevamo dai poliziotti. Il tutto si è concluso con l’intervento del sergente insieme ad alcuni dipendenti della prigione nel ruolo di “pacificatori”.

La prigione è il mondo di convenzioni e noi siamo ad un ampio grado regolati ad esso. Formalità, diritti democratici, “servizi” quotidiani, chiusura o apertura, i trasferimenti “piacevoli”. Questo narcosi su cui si basa il funzionamento delle carceri, non ci fa dimenticare il ruolo ostile delle persone che abbiamo di fronte a noi. Siamo fermi sulle nostre posizioni e  sceglieremo l’attacco quando i limiti delle dighe di dignità che ci siamo prefissati vengono superati. Che sappiano  che in ogni mossa del genere ci troveranno contro di loro.

RAGE AND COSCIENCE

 Anarchist

Dimitris Politis, Argiris Dalios, Fivos Harisis, Kostas Sakkas


Comments are closed.