Detenuto muore in cella nel carcere di Lugano Cadro

Tragedia nel carcere giudiziario La Farera di Lugano.

Questa mattina le guardie hanno rinvenuto in una cella il corpo senza vita di un uomo di 67 anni, un cittadino svizzero sottoposto al regime di carcerazione preventiva.

La Polizia cantonale comunica che sono in corso accertamenti sulle cause della morte ed è stata disposta l’autopsia, ma secondo diversi organi di stampa ticinesi si sarebbe trattato di suicidio. Tesi indirettamente confermata dalla stessa Polizia che spiega che le verifiche effettuate “escludono l’intervento di terzi”.

E’ stata avviata un’inchiesta coordinata dal Procuratore pubblico Zaccaria Akbas.

Il Carcere giudiziario La Farera è destinato all’incarcerazione di persone maggiorenni o minorenni in detenzione preventiva; persone detenute nell’ambito di una richiesta d’estradizione; detenuti in attesa di trasferimento presso altri carceri; persone in detenzione preventiva o condannate che, per la loro situazione personale, richiedono una presa a carico rinforzata e infine a donne condannate in esecuzione di una pena di corta durata.

La struttura, che si trova nella zona di Cadro, ha 55 celle e può raggiungere una capienza massima di 88 posti.

Fonte


Comments are closed.