Le fiamme si estinguono, le idee no…incendio al CampettoOccupato

Diffondiamo il comunicato riguardante l’infame azione subita dalle nostre e i nostri compagn* abruzzesi..a seguire la chiamata per un assemblea..Massima solidarietà e vicinanza

La notte tra il 20 e il 21 settembre lo stabile del CampettOccupato è stato dato alle fiamme, riducendo in cenere diverse attrezzature e centinaia tra libri e opuscoli. Fortunatamente non sono rimasti coinvolti nè persone nè animali, nonostante il grande rischio che il fuoco si propagasse nelle zone limitrofe.
Il messaggio è chiaro, qualcuno vuole che il Campetto non esista più. Di attacchi vili ne abbiamo ricevuti tanti in passato ma mai di questà entità. Il tutto si va a sommare ad un clima di sgombero imminente come riportato dalle cronache locali nei giorni precedenti.
Del resto si sa, che un posto, non inteso come quattro mura, che si è sempre dato da fare per creare una socialità orizzontale, un posto contro ogni forma di soppressione della libertà, un posto non convenzionale e non commerciale, il CampettOccupato, un posto libero da ogni concezione autoritaria… E’ E SARA’ SEMPRE UNA SPINA NEL FIANCO!!!

CHI GIOCA COL FUOCO
PRIMA O POI SI SCOTTA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ringraziando i tantissimi che ci hanno espresso vicinanza e solidarietà, diamo il primo di una serie di appuntamenti per parlare di quel che è successo e far ripartire il Campetto Occupato…
Perché se si pensano di fermarci, si sbagliano di grosso…
MERCOLEDÌ 27 SETTEMBRE
ORE 21:00
ASSEMBLEA PUBBLICA
PIAZZA BUOZZI, GIULIANOVA


Comments are closed.