Scontri Foggia-Barletta feriti undici poliziotti Arrestati due tifosi

lolFOGGIA – Disordini sono avvenuti al termine del derby di Lega Pro Foggia-Barletta (0-1) da parte di un centinaio di teppisti foggiani i quali hanno sfogato la rabbia per la sconfitta della loro squadra lanciando pietre contro le forze dell’ordine. Queste, all’esterno dello stadio Zaccheria, avevano allontanato i manifestanti intenzionati a venire in contatto con i cinquecento supporter barlettani che si accingevano a lasciare l’impianto per raggiungere il parcheggio dei loro automezzi. Oltre che a gettare pietre e altri oggetti, i teppisti rossoneri hanno rovesciato numerosi cassonetti di rifiuti.

Negli incidenti, undici appartenenti alle forze dell’ordine – secondo gli ultimi dati – sono rimasti contusi. In particolare due funzionari di polizia e un ispettore hanno riportato ferite giudicate guaribili in una settimana. In questura sono stati condotti una decina di giovani nei confronti dei quali sono in corso accertamenti per stabilire eventuali loro responsabilità negli scontri.

Due teppisti sono stati arrestati dalla polizia e altre tre denunciati all’autorità giudiziaria in seguito agli incidenti avvenuti ieri dopo la partita di calcio di Lega Pro Foggia-Barletta all’esterno dello stadio Zaccheria. I due finiti in carcere sono Alessandro La Torre, di 38 anni e Giovanni Sica di 31, entrambi di Foggia, accusati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, danneggiamento e lancio di oggetti pericolosi.
Le indagini della Digos della questura proseguono nel tentativo di identificare le altre decine di persone che hanno causato i disordini.

Fonte.


Comments are closed.