Marwan Barghouti accusa Israele e Usa dell’ l'”assassinio” di Arafat

In occasione del decimo anniversario dalla morte di Arafat, Barghouti fa quindi appello alla “necessità di riprendere in considerazione l’opzione della resistenza come via più breve per sconfiggere l’occupazione e ottenere la libertà, il ritorno (dei rifugiati, ndr) e l’indipendenza”. Alla leadership palestinese, l’esponente di Fatah chiede di “aderire ufficialmente al movimento di boicottaggio di Israele”.

In particolare, per Barghouti bisogna “fermare immediatamente il coordinamento e la cooperazione di sicurezza (con Israele, ndr), che rafforza l’occupazione e arreca danni enormi agli interessi nazionali del popolo palestinese”. Il leader palestinese in carcere fa quindi appello “a tutti gli apparati dell’Autorità nazionale palestinese e della sicurezza a proteggere e sostenere le manifestazioni del nostro popolo a Gerusalemme”.

Barghouti si rivolge poi a “tutte le forze politiche, sociali, economiche e culturali, a tutte le personalità e associazioni a convocare una conferenza nazionale per individuare una visione palestinese strategica unita e onnicomprensiva in vista dello svolgimento di elezioni legislative e presidenziali e del Consiglio nazionale palestinese” allo scopo di “rinnovare il sistema politico palestinese”.

Fonte


Comments are closed.