Assalto in carcere messicano, nove morti

cordatesaUna guerra tra bande, un regolamento di conti tra narcotrafficanti. Questo forse il motivo dell’assalto in un carcere di Acapulco, nello stato messicano del Guerrero. Nove i morti, di cui tre detenuti. Secondo altre fonti, i detenuti morti sarebbero invece quattro. L’attacco è avvenuto nel carcere di Tuxpan: uomini armati sono entrati nel penitenziario facendosi passare per agenti federali che dovevano consegnare un prigioniero. Una volta all’interno del carcere è cominciata la sparatoria.   Un consistente numero di agenti della polizia locale e federale è accorso al carcere temendo che l’attacco potesse sfociare in una fuga in massa dei detenuti, ma la situazione è rimasta sotto il controllo delle autorità. Fonti della polizia hanno spiegato che i responsabili dell’attacco sono riusciti a fuggire, ma hanno lasciato il pickup rubato con il quale erano arrivati. Intanto è stata aperta un’inchiesta per “chiarire le circostanze in cui è avvenuto l’attacco”, scrive la procura, sottolineando che “non si esclude la possibilità di una partecipazione di funzionari pubblici, per omissione o azione diretta”

Fonte


Comments are closed.