Apr 16 2017

Detenuto evade dal carcere di Bollate: è la settima evasione da inizio anno

Settima evasione dall’inizio dell’anno dal carcere modello di Bollate, alle porte di Milano. L’ultimo episodio, denunciato dal segretario regionale dell’Osapp (Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria) Giuseppe Bolena, risale alla sera dello scorso venerdì, 7 aprile. A non fare più ritorno nel carcere è stato un cittadino indiano. Condannato per omicidio, avrebbe dovuto scontare una pena fino al 2023. Venerdì però è uscito dal penitenziario per usufruire del Continue reading


Apr 15 2017

Prigionieri – Scarcerati Divine e Cedric

Set with tnt, explosive, detonator and dynamite.

diffondiamo da informa-azione

In attesa di eventuali contributi a riguardo, apprendiamo dai media locali della scarcerazione di Divine e Cedric.

Il 5 aprile, il tribunale di Bologna ha condannato a due anni il compagno anarchico Divine per tentativo di fabbricazione di materiale esplodente e minacce. Essendo caduta l’aggravante delle “finalità di terrorismo” ha ottenuto la sospensione condizionale della pena ed è stato Continue reading


Apr 15 2017

Carcere di Perugia, detenuto aggredisce ispettore della polizia penitenziaria con un pugno al volto

Altro episodio di violenza all’interno del carcere di Capanne dopo che, alcuni giorni fa, un detenuto aveva appiccato un incendio all’interno di una cella. Secondo quanto denunciato sabato da due sindacati degli agenti di polizia penitenziaria (l’Osapp e l’Alsippe) nella tarda serata di venerdì un detenuto di nazionalità tunisina ha colpito al volto un ispettore capo della penitenziaria che, viste le lievi contusioni riportate durante l’aggressione, è stato medicato Continue reading


Apr 15 2017

Prato – Colpisce l’agente penitenziario con la stampella

Giornata da incubo per il Reparto di Polizia Penitenziaria del carcere di Prato, dove si è consumata l’ennesima aggressione di un appartenente alla Polizia Penitenziaria da parte di un detenuto.
“E’ stata una giornata da incubo”, spiega Pasquale SALEMME, segretario regionale per la Toscana del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo della Categoria. “Giovedì, un detenuto di origini italiane, appartenente al circuito detentivo di Alta Sicurezza, nel corso della mattinata aveva posto in essere un gesto di autolesionismo, mediante l’ingerimento di corpi estranei, per cui si era reso necessario l’invio urgente in luogo esterno Continue reading

Apr 13 2017

Carcere Foggia, detenuto esperto di arti marziali manda 5 agenti in ospedale

Clamorosa aggressione nel carcere di Foggia. Ben cinque gli agenti di polizia penitenziaria finiti all’ospedale per colpa del detenuto B.N. nato a Foggia nel ’69. Tra i feriti (trauma cranico per uno di loro) anche un ispettore, vittima dell’ira del carcerato, esperto di arti marziali, dietro le sbarre a scontare una condanna definita (scadenza 2021) per reati contro la persona, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e possesso di armi. Tra gli agenti Continue reading


Apr 13 2017

Sanremo – Detenuto tenta di aggredire agente con una lametta

Nuovo evento critico in una cella del carcere Valle Armea di Sanremo, da tempo al centro delle cronache.
Ricostruisce i fatti Michele Lorenzo, segretario nazionale per la Liguria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE: “Ieri sera, verso le 18, un detenuto pregiudicato italiano, tossicodipendente e già protagonista di analoghi eventi critici, ha prima chiesto (senza per altro fornire alcuna motivazione plausibile) un cambio di cella e poi ha improvvisamente e senza alcun motivo tentato di aggredire con una lametta, che aveva nascosto in bocca, il personale Continue reading


Apr 13 2017

Presidio al Carcere di Monza! Sabato 15 aprile 2017 dalle 11!

Nell’ambito della campagna Pagine contro la tortura, all’interno della 2 giorni tra Torino e Milano ci sarà il presidio al carcere di Monza


Apr 13 2017

Approfondimento sul decreto Minniti: “disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”

da Lo Stroligh

Daspo, sicurezza, decoro. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul Decreto Legge del 20 febbraio 2017 “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”.

Daspo, sicurezza, decoro. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul Decreto Legge del 20 febbraio 2017 “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” (di cui consigliamo vivamente la lettura, lo trovate qua).
Innanzitutto due parole sull’entrata in vigore. Il Decreto Legge entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione, quindi è formalmente attivo dal 21 febbraio 2017. Sarà successivamente presentato alle Camere per la conversione in legge.
Le nuove normative sono figlie da una parte del Ministro dell’Interno Minniti, Continue reading


Apr 11 2017

Voci dal carcere di Monza

Dopo le due morti di 3 settimane fa è stato organizzato un volantinaggio fuori dal carcere monzese in solidarietà con i detenuti in vista del presidio del 15 aprile. Qui sotto il testo diffuso.

Siamo davanti al carcere di Monza per solidarizzare con i detenuti e protestare contro le
disumane condizioni a cui sono costretti.
Voci dall’interno ci dicono:

“ Il carcere verte in condizioni pietose, i seminterrati si allagano, le docce comuni sono in
condizioni igieniche mostruose, le celle sono singole ma ci si vive in tre . Il vitto è scarso e
immangiabile e ai colloqui non passa molto. L’area rieducazione è inesistente. La sanità
non funziona e chi sta male non viene curato, esiste solo una somministrazione giornaliera di farmaci. Il lavoro non esiste e se c’è è discontinuo, non vengono nemmeno sfruttati i posti previsti dall’art. 20 e 21 della legge dell’ordinamento penitenziario…”.

“La gente sta sovraffollata in 3 in una cella per un singolo.
Un giorno c’era puzza e abbiamo visto sotto le finestre che avevano smontato la cella
frigorifera, arrugginita e marcia, so che la cucina non ha neanche lo scolo ai lavaggi e
spesso c’è acqua in tutta la cucina. Il mangiare è improponibile e senza essere schizzinosi le cose bollite come verdure e uova sono prendibili ma pasta e cucinati sono osceni. Spesso la frutta è andata e penso a chi non può fare spesa, i pasti sono un incubo.”

E la situazione va sempre peggiorando, è del 23 Marzo 2017 la notizia di altre due morti di carcere.

“… si è impiccato un detenuto della sezione infermeria, ed è morto con l’indifferenza di loro qui, e ti dirò che il giorno dopo, gli agenti scherzavano e ridevano dicendo che c’è un posto in più.”

IL CARCERE CONTINUA AD UCCIDERE!

E’ risaputo che il San Quirico è un carcere punitivo.
Siamo a conoscenza di alcuni detenuti trasferiti a Monza perché “causavano problemi” nel carcere
dove prima erano rinchiusi. Sappiamo anche che l’accoglienza per chi arriva a Monza è fatta di
pestaggi ed isolamento che possono durare mesi.
Siamo consci che la situazione è comune a molte carceri italiane e va peggiorando: suicidi, pestaggi, aggressioni, autolesionismo sono i sintomi di un disagio oramai intollerabile. Disagio che deriva dalla funzione di annientamento che il carcere stesso svolge per distruggere chi non si piega.

Solidali con chi resiste e non abbassa la testa!

Cordatesa


Apr 11 2017

Monza – Cena benefit Brennero + presentazione “Senza Misure” [13 Aprile]


Apr 9 2017

Latina, detenuta aggredisce agente e ispettrice in carcere

Ieri una detenuta appartenente alla categoria “alta sicurezza”, ha aggredito un’ispettrice e un assistente capo della polizia penitenziaria. Lo rivela il segretario generale aggiunto della Cisl Fns, Massimo Costantino: “L’assistente capo ha dovuto far ricorso al pronto soccorso dell’ospedale di Latina e i giorni di prognosi sono diversi”.

La casa circondariale, spiega Martino, oggi è in sovraffollamento: “Abbiamo 33 detenuti in più rispetto ai previsti.” Secondo il sindacato Cisl, ad oggi Continue reading


Apr 9 2017

Violenza nel carcere di Fuorni due bombe esplose dai detenuti

SALERNO – Ancora violenza e tensione nella casa circondariale di Fuorni. Questa volta i detenuti ci sono andati pesanti incendiando, e facendo così esplodere, alcune bombolette di gas che hanno in dotazione. È accaduto l’altra sera nella corsia di una sezione detentiva del reparto Media Sicurezza. Poco dopo le 21.30 quando erano tutti nelle loro celle e un agente della penitenziaria stava eseguendo il suo normale giro di controllo, alcuni (non ancora identificati) hanno acceso e lanciato le bombolette attraverso le sbarre causando, anche visto che l’esplosione Continue reading


Apr 9 2017

Migranti, prima attivista italiana processata a Nizza

Otto mesi di reclusione con la condizionale e due anni di interdizione dal territorio francese. È questa la richiesta pronunciata ieri dal procuratore Alain Octuvon-Bazile nell’aula del Tribunale di Nizza al processo contro Francesca Peirotti, ventinovenne italiana accusata di aver «favorito l’ingresso irregolare di otto migranti su territorio francese». La sentenza è prevista per venerdì 19 maggio alle ore 8.30, trecento persone hanno partecipato al presidio per la “libera circolazione” di fronte al Palazzo di Giustizia. Francesca stava percorrendo Continue reading


Apr 7 2017

Lecce – Aggressione in carcere, detenuto tenta di strangolare agente

LECCE- Nuova aggressione nel carcere di Lecce: un detenuto con problemi psichici ha tentato di strangolare un agente della Polizia penitenziaria. È successo alle 14,00. l’intervento dei colleghi dell’agente ha evitato il peggio. Lo rende noto l’Osapp, l’Organizzazione sindacale autonoma di Polizia penitenziaria, che denuncia: “L’amministrazione pensa solo al benessere dei detenuti. Non è più possibile andare avanti così, chiediamo l’intervento del Capo dello Stato, quale garante dell Continue reading


Apr 6 2017

Uomo in fuga dal carcere di Bellizzi

“Un detenuto che stava scontando la detenzione in regime di art. 21 O.P., nella giornata di martedì, è uscito per recarsi a lavoro ma non ha più fatto rientro nel carcere “Antimo Graziano” di Bellizzi. Al ristretto mancava poco meno di un anno per pagare i conti con la giustizia, ma probabilmente ha preferito lasciare in sospeso il proprio debito.

Quest’ultimo episodio, che conferma un sistema penitenziario in continuo declino, si aggiunge ai mancati rientri di due rumeni nel carcere di Continue reading


Apr 6 2017

Evade dal carcere e tenta un furto a Castelvetrano

La Polizia di Stato ha arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato, evasione e ricettazione Berlich Giuseppe 33enne residente a Monreale. Il giovane era evaso dalla casa circondariale di Castelvetrano in quanto non rientrato da un permesso premio.

Stanotte, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato lungo le strade di Castelvetrano Continue reading


Apr 5 2017

Fuorni, detenuto tenta il suicidio

L’episodio è avvenuto stamattina intorno alle 7.00, in una cella della Casa Circondariale di Fuorni. Secondo quanto rivela il quotidiano La Città, il detenuto, un 25enne in carcere per reati comuni, ha tentato di togliersi la vita servendosi delle lenzuola.

Decisivo e tempestivo anche in questo ennesimo caso di tentativo di suicidio l’intervento degli agenti della Polizia Penitenziaria. Il giovane è stato salvato e trasportato in ospedale.

Fonte


Apr 5 2017

Proteste nella notte al Cie di Torino

Urla, fischi, oggetti che sbattono contro le inferriate. Questi i rumori che hanno sentito ieri notte, martedì 4 aprile, i residenti di corso Brunelleschi, una delle strade affacciate sul Centro di identificazione ed espulsione di Torino (Cie), l’unica struttura di questo tipo ancora aperta in Nord Italia. Secondo fonti ancora non verificabili sarebbe in corso uno sciopero della fame «per protestare contro la reclusione e le pessime condizioni di vita all’interno Continue reading


Apr 5 2017

TSO in aumento in Italia

Milano, 05/04/2017 – 20:20 (informazione.it – comunicati stampa – salute e benessere) TSO = Trattamento Sanitario Obbligatorio. Si intendono procedure sanitarie normate e con specifiche tutele, in genere di legge, che possono essere applicate in caso di motivata necessità e urgenza clinica, conseguenti al rifiuto al trattamento del soggetto che soffra di una grave patologia psichiatrica non Continue reading


Apr 4 2017

Caserta, detenuto si ferisce in carcere e colpisce gli agenti con il suo sangue

Una scena quasi da film splatter si è consumata ieri all’interno del carcere di Carinola, nella provincia di Caserta. Nel pomeriggio di ieri, un detenuto di origine maghrebina ha afferrato una lametta e si è volontariamente ferito, per poi schizzare il suo sangue su tre agenti della Polizia Penitenziaria giunti ad aiutarlo. Il detenuto ha anche colpito e ferito in maniera lieve altri 5-6 agenti accorsi in aiuto dei colleghi, nel tentativo di riportare alla calma il maghrebino. I tre Continue reading


Apr 3 2017

Campobasso – Dimesso dall’ospedale, tenta di evadere per evitare il carcere: “Torno e gli do fuoco”

Era stato ricoverato a metà della scorsa settimana al Cardarelli di Campobasso. Ma a differenza di tutti i pazienti ‘normali, non ha preso bene il miglioramento della sue condizioni di salute. Tanto che, al momento delle dimissioni, ha dato in escandescenza: lui, detenuto campano di circa 40 anni, di tornare in carcere non ci pensava proprio. E quando i due agenti della polizia penitenziaria sono andati a prelevarlo nel ‘repartino’ carcerario che si trova al quarto piano di contrada Tappino, li ha aggrediti, minacciati e ha cercato di sfondare una finestra tentando una improbabile fuga pur di non rimettere più piede nella casa circondariale di via Continue reading


Apr 2 2017

Carcere Foggia: detenuto aggredisce agente

Altra aggressione ieri intorno all’ora di pranzo nel carcere di Foggia, quando un sostituto commissario della polizia penitenziario – di Sorveglianza ai Reparti detentivi e di Alta Sicurezza – è stato aggredito all’interno di una cella da G.M., detenuto sanseverese classe 1988 condannato in via definitiva a una pena che lo costringerà a restare dietro le sbarre fino al 29 agosto 2020.

Quando l’ufficiale dell’operazione di prelievo su disposizione del funzionario di turno ha aperto la cella, il recluso lo ha spintonato con violenza e l’agente nella caduta è finito con la testa sul pavimento. Per le lesioni riportate è stato dapprima soccorso e messo in sicurezza dal personale a supporto e poi trasferito agli Ospedali Riuniti di Foggia. Continue reading


Apr 1 2017

Muore in carcere a Pavia a 48 anni

PAVIA. Era entrato in carcere due settimane fa ma era ancora in attesa di processo. Il 4 aprile Vincenzo Massimiliano Zampino, 48 anni, originario di Giussano, avrebbe dovuto presentarsi davanti al giudice per rispondere di resistenza a pubblico ufficiale per essersi scagliato contro i vigili urbani.

È morto giovedì mattina, nel carcere di Torre del Gallo dove era recluso. Sul decesso la procura di Pavia ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e disposto l’autopsia per chiarire le circostanze della morte, subentrata per un arresto cardiocircolatorio. Da Continue reading


Apr 1 2017

Cassino – Detenuto aggredisce agente in carcere

Spiega Maurizio SOMMA, segretario nazionale per il Lazio del SAPPE: “Da tempo denunciamo una situazione allarmante, caratterizzata da una significativa riproposizioni di eventi critici. Nella prima mattinata di mercoledì scorso, un detenuto straniero, di nazionalità nigeriana, mentre l’Agente era impegnato in uno spostamento di cella dal piano terra al primo piano del Reparto Isolamento, lo ha aggredito, ferendolo. La situazione è grave e servono urgenti interventi. Noi continuiamo a dirlo da tempo. Cosa si aspetta ad Continue reading


Mar 31 2017

Roma – Si è tagliato la gola ed è morto nel silenzio di Rebibbia

Si è ucciso tagliandosi la giugulare, morendo dissanguato lentamente. Si chiamava Carmelo Mortari, 58enne, recluso al reparto G9 del carcere di Rebibbia e si è suicidato tra la notte di sabato e domenica. L’uomo era un detenuto comune, entrato in carcere nel 2008, sarebbe uscire nel 2021 e aveva maturato più di 600 giorni di liberazione anticipata. La notizia è trapelata soltanto ieri grazie a una lettera di un detenuto del carcere di Rebibbia giunta a Rita Bernardini, l’esponente del Partito Radicale. L’autore della lettera, avendo ascoltato in precedenza il programma radiofonico Radio Carcere che si è occupato dei suicidi in carcere, ha Continue reading


Mar 30 2017

Monza – Pranzo solidale per Delogu – 2 aprile 2017

Domenica 2 aprile 2017

Ore 13

Monza, FOA Boccaccio, via Rosmini 11


Mar 30 2017

Foggia – Rivolta nel CARA di Borgo Mezzanone. Si scrive “accoglienza”, si legge “controllo e sfruttamento”

Diffondiamo da hurriya.noblogs.org

Giovedi 27 ottobre, ancora una volta, i richiedenti asilo del C.A.R.A. (Centro Accoglienza per Richiedenti Asilo) di Borgo Mezzanone, paese a 15 km da Foggia, sono scesi in strada per esprimere la loro rabbia contro le invivibili condizioni del centro e il sempre maggior numero di dinieghi alle domande d’asilo.
Nella mattinata alcune centinaia di persone, secondo quanto scritto dai media, hanno danneggiato mezzi della polizia e parti delle strutture, accendendo dei fuochi all’ingresso del centro e costringendo gli operatori ad allontanarsi. Al solito in breve tempo è scattato l’intervento massiccio di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, reparti Continue reading


Mar 30 2017

Napoli – Detenuto aggredisce 5 agenti nel carcere di Poggioreale

Cinque agenti della polizia penitenziaria sono stati aggrediti da un detenuto algerino all’interno del carcere di Poggioreale, a Napoli. Lo rende noto il Sappe (Sindacato autonomo polizia penitenziaria). Gli agenti hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari.
“Da tempo denunciamo una situazione allarmante, caratterizzata da una significativa riproposizioni di eventi critici” afferma Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sappe.
Donato Capece, segretario generale del Sappe, sottolinea le difficoltà operative della Polizia penitenziaria in Italia: “Contiamo ogni giorno gravi eventi critici nelle carceri italiane Continue reading


Mar 29 2017

Matera – Ennesima aggressione nel carcere

“Condanniamo l’ennesima aggressione nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria e di un Dirigente Medico nella Casa Circondariale di Matera. Servono adeguate sanzioni a chi si rende responsabile di violenza contro tutto il personale appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria, ogni giorno si contano eventi critici nelle carceri regionali: basta! È sotto gli occhi di tutti che servono urgenti provvedimenti per frenare la spirale di tensione e violenza che negli Istituri”.

Forte è la denuncia del segretario regionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria Basilicata, Giovanni Grippo per il quale, “oggi nuova aggressione, un detenuto và in escandescenza e lancia contro il personale piatti pieni di pasta e liquidi non meglio precisati. Il Dirigente Sanitario in un tentativo di dialogo con il soggetto, viene aggredito con le mani al collo che solo con la sua scaltrezza e l’intervento degli Agenti si è evitato il peggio: lo stesso detenuto, non contento di quanto aveva già provocato, ha iniziato ad autolesionarsi con una lametta minacciando gli operatori di imbrattarli di sangue. Inoltre, ha incendiato alcune buste di plastica con indumenti nel tentativo di incendiare la stanza detentiva. Solo l’immediato intervento degli Agenti ha evitato il peggio. L’Ugl Basilicata, continua a denunciare le condizioni disumane in cui il personale quotidianamente cerca di assolvere ai propi compiti all’interno delle carceri lucane e su tutto il territorio Nazionale, continuando a lavorare con una carenza cronica di personale  in tutti i ruoli. Esprimiamo solidarietà e vicinanza al Dirigente Medico – conclude Grippo -, l’Ugl Basilicata è riconoscente al grande lavoro e professionalità degli operatori che se pur in pochi riescono con immensi sacrifici a garantire la vivibilità in carcere con rischi e pericoli quotidiani”.

Fonte

Continue reading


Mar 29 2017

Napoli – alta tensione nel carcere minorile di Airola

“La situazione nelle carceri resta ad alta tensione”. E’ l’allarme lanciato da Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE. “Non vi è giorno che non si verificano situazioni molto pericolose per la sicurezza dei detenuti e di tutto il personale dell’Istituto stesso, consistenti in continue e snervanti situazioni in cui i detenuti, soprattutto giovani adulti ultra 20enni, con atteggiamenti di sfida e minacce tra di loro e, a volte, anche all’indirizzo del personale, minano duramente i turni di servizio. Specialmente negli ultimi giorni c’è stata un’escalation di eventi incresciosi, dove alcuni detenuti incuranti del personale di Polizia Penitenziaria hanno inscenato più volte dei comportamenti fortemente criminali, con il chiaro intento di procurare lesioni gravi ad altri ristretti per motivi ancora poco chiari, ma che sembrano Continue reading